PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

L’importanza di lavarsi le mani, sabato infermieri e medici sul Facsal

L’Azienda Usl di Piacenza celebra anche quest’anno la Giornata mondiale del lavaggio delle mani. L’iniziativa rappresenta un’occasione significativa per far riflettere su un tema che interessa utenti, pazienti e operatori sanitari e per rendere tutti più consapevoli  dell’importanza della pulizia delle mani.

La giornata punta quindi ad alimentare la cultura delle buone pratiche, valorizza ancora di più il suo ruolo educativo e di coinvolgimento sia nei confronti degli operatori, sia verso la comunità.
 Sabato 12 maggio, dalle ore 9.30 alle 13, sul Pubblico Passeggio (davanti al campo giochi) infermieri e medici di Malattie infettive, Pediatria e Igiene ospedaliera saranno a disposizione dei cittadini per fornire informazioni e dimostrazioni pratiche sul lavaggio delle mani, un gesto semplice che salva la vita.

Insieme a loro, come già sperimentato con successo l’anno scorso, ci saranno anche i militari del comparto sanità del Genio Pontieri. La manifestazione si arricchisce della collaborazione di Casa Morgana e dei simpatici Clown dottori.

“I germi – mette in evidenza Giovanna Ratti, alla guida del reparto di Malattie infettive – sono ovunque e si trasferiscono da un punto all’altro utilizzando l’acqua, gli oggetti, gli esseri viventi e le particelle di polvere come mezzo di trasporto”. Quando trovano un ambiente ideale o comunque protetto, vi si annidano e, se le condizioni ambientali lo consentono, proliferano moltiplicandosi a un ritmo impressionante.

“Durante la giornata, le mani vengono a contatto con numerosi oggetti, spesso con animali e con alimenti che pullulano di microrganismi (per esempio, banconote, sostegni dei mezzi pubblici, maniglie delle porte, attrezzi della palestra o pulsanti degli strumenti elettronici)”.

Anche se la maggior parte di questi germi è innocua, alcuni microrganismi possiedono caratteristiche patogene. “È sufficiente lavarsi le mani ogni volta che si esce dalla toilette o si manipolano gli alimenti, per abbattere considerevolmente il rischio di infezione. In caso contrario, questi germi possono penetrare nell’organismo quando le mani vengono portate al naso, alla bocca, agli occhi o passano su ferite aperte, anche impercettibili a occhio nudo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.