PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Omicidio di via IV Novembre, al via il processo. Ascoltati due testimoni foto

Omicidio di via IV Novembre, al via il processo.

Prima udienza al tribunale di Piacenza nella mattinata di giovedì 17 maggio del processo con rito abbreviato  (condizionato dall’ascolto di due testimoni) che vede imputato Gianluca Mazzarelli, 26 anni, accusato di aver accoltellato a morte il 31enne albanese Ervin Tola la sera del 29 dicembre scorso.

Mazzarelli, deve rispondere di omicidio volontario e porto abusivo di arma, accuse formulate al termine delle indagini coordinate dal pubblico ministero Emilio Pisante e condotte dalla squadra mobile guidata della Questura, guidata da Serena Pieri.

Il 26enne, attualmente detenuto nel carcere di Reggio Emilia, era presente in aula, così come alcuni famigliari della vittima, costituitisi parte civile con l’avvocato Fabio Leggi. La compagna di Tola si è invece costituita parte civile con il legale Fabiana Pieroni, del foro di Lucca.

Nel corso dell’udienza, durata poco meno di due ore, sono stati ascoltati due testimoni; una barista del locale dove si scatenò la lite e un amico di Ervin Tola, presente con lui quella sera.

A parlare anche Mazzarelli, come spiegato dal difensore, l’avvocato Antonino Rossi. “Ha ribadito di essere stato aggredito da più persone mentre si trovava seduto sul marciapiede – racconta il legale -; non ha avuto altra via di uscita che quella di colpire per difendersi”.

Tola, secondo quanto emerso dagli accertamenti, è stato colpito da tre fendenti (di cui uno fatale al torace) sferrati con un coltello da cucina, mai rinvenuto dagli inquirenti.

 

La prossima udienza del rito alternativo, che prevede lo sconto di un terzo della pena, è stata fissata per il 16 luglio, giorno in cui è attesa anche la sentenza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.