PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Paga 1 euro di spesa e ruba 5 bottiglie di whiskey. Arrestato

Paga 1,40 euro di spesa in un supermercato di Piacenza e ruba 5 bottiglie di whiskey. In manette è finito un 32enne marocchino, pluripregiudicato, già arrestato nella nostra città dalla polizia nell’agosto del 2017 per furto.

Questa volta lo straniero, senza fissa dimora, è stato “beccato” da un addetto alla sicurezza del punto vendita che ha subito allertato i carabinieri. L’uomo, nella mattina dell’8 maggio, ha raggiunto la cassa del supermercato di via Conciliazione dove ha regolarmente acquistato una bottiglia d’acqua e un succo di frutta e poi ha superato la barriera casse, dove è stato bloccato dalla sicurezza che aveva notato i suoi movimenti sospetti.

Dubbi confermati dai militari del Radiomobile, giunti sul posto, i quali hanno trovato nel suo zaino 5 bottiglie di whiskey sottratte dal negozio, per un valore complessivo di 100 euro.

Il 32enne era stato colto sul fatto anche il 28 aprile a Milano; dopo l’arresto nei suoi confronti era stata emessa una misura cautelare di obbligo di divieto di dimora da Milano, che è andata a sommarsi a un ordine di allontanamento per motivi di sicurezza del prefetto di Milano, notificato il 22 marzo scorso. Sarà processato per direttissima.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da AMX

    Ma insomma, dai. Il poveretto è musulmano, il whisky non era per lui (ah ah), lo avrebbe sicuramente rivenduto per pagarci le pensioni, siate clementi…