PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pavidea batte Olginate, ma non basta. Quarto posto finale

Più informazioni su

La delusione arriva dalla radiolina che riporta della vittoria del Busa Gossolengo a Gorgonzola 3-1 rendendo inutile la splendida affermazione delle ragazze di Marini contro un combattivo Olginate, con relativo sorpasso in classifica ai danni delle lombarde. Partita molto bella, giocata con il giusto agonismo dalle due squadre e che ha premiato la Pavidea in virtù di una più attenta gestione nei momenti topici dei set.

Primo Set: Qualche errore di troppo a inizio match, probabilmente dettato dall’importanza della posta in palio e difese che prevalgono sugli attacchi. Le biancorosse trovano punti soprattutto dai centrali, ben serviti oggi da una Nicoli in serata “up”, e dalla solita Dalpedri. Olginate prova la fuga 12-9 che diventa 15-11 sfruttando alcuni attacchi out delle ragazze di Marini, ma un paio di fast di Marina Cattaneo e due muri-tetto di Reverberi riportano in equilibrio la frazione 17-17. Un astuto tocco di seconda di Nicoli e il primo punto del set di bomber Tosi danno la spallata decisiva al set. Sul 23-22 attacco vincente di Dalpedri e chiude un muro altissimo di Marina Cattaneo contro la sua omonima (che però di nome fa Ambra) e set chiuso 25-22.

Secondo Set: Parte meglio la formazione ospite con Sara Rinaldi imprendibile dal suo quasi 1,90 di altezza. 5-2 x le rosanero. Donida e Tosi ricuciono lo strappo e set che torna in equilibrio 8 pari. Nuova spallata ospite che sfrutta la verve della palleggiatrice Colombo al servizio. 12-9 Olginate. Splendida reazione delle ragazze di casa con Dalpedri implacabile da prima e da seconda linea. Donida libera il braccio e lascia il segno. Fiorenzuola avanti 16-14. Altre due bordate di Dalpedri scavano il solco e Olginate scricchiola sotto i colpi dell’opposto fiorenzuolano. 21-17. Alice Comi preferita a una Giudici cupa in panchina, prova a tenere a galla le compagne, ma Serena Tosi dalla linea del servizio è chirurgica e con un ace firma il 2-0 chiudendo la frazione 25-21.

Terzo Set: Pavidea sulle ali dell’entusiasmo vola 8-5 con protagonista il muro di Marina Cattaneo. Nicoli ha buone risposte da tutto il fronte d’attacco e può variare il gioco. Tosi entra definitivamente in partita e aumenta la velocità di esecuzione dei colpi. Olginate alle corde con Coach Tirelli costretto a due timeout ravvicinati con Fiorenzuola avanti 14-9. Sul 17-14 per le ragazze di Marini il “fattaccio” : il primo arbitro prende una topica giganteca e fischia un tocco della palla sul soffitto che assolutamente non c’è. Esplode il Palazzetto e le biancorosse si innervosiscono oltremisura. Il secondo arbitro non se la sente di prendersi la responsabilità di far cambiare giudizio al primo e da quel momento la squadra di casa scompare dal campo. 6 punti consecutivi di Olginate e set ribaltato. Ne approfitta Sara Rinaldi che nel finale diventa superstar e realizza gli utimi punti per le sue. Il set point è firmato Ambra Cattaneo e Olginate vince un set “surreale”25-22.

Quarto Set: bravo Marini a tranquillizzare le proprie atlete e a far ritornare la calma in panchina, mentre dagli spalti si placa con difficoltà la rabbia dei sostenitori biancorossi verso la coppia arbitrale. Buona partenza fiorenzuolana che sfrutta la ritrovata verve di Tosi in attacco e scappa 9-5. Olginate però non molla e un punto alla volta torna sotto e addirittura sorpassa con Rinaldi 13-12. Entra Tonini per una Dalpedri esausta e piazza un ace che ridà morale alle compagne. Controbreak Pavidea che si issa 20-16. Chiara Tonini diventa protagonista anche in attacco e porta la propria squadra sul 23-20 a un passo dal successo. Ma il finale è ancora tutto da scrivere. Alice Comi e Ambra Cattaneo firmano due punti di capitale importanze e tabellone che dice 23 pari. Set point Olginate grazie ad un attacco vincente di Elisa Rocca, lo annulla Donida con un mani e fuori. Reverberi piazza un muro al tritolo portando al match point Fiorenzuola 27-26. Nicoli sbaglia il servizio, tutto da rifare. Ma il finale è tutto di Chiara Tonini, anno di nascita 1998, che mette a terra i due attacchi decisivi facendo esplodere il PalaMagni.29-27. Per lei una bella rivincita dopo i tanti guai fisici patiti in stagione.

Purtroppo la gioia è mitigata dalla notizia del successo di Busa che impedisce alle biancorosse di poter partecipare ai playoff, ma rimane la gioia di aver chiuso un’annata molto positiva con una bella vittoria di prestigio contro una delle squadre maggiormente accreditate al salto di categoria, che annoverava tra le proprie file giocatrici con passato in serie A e B1 quali Nata Boscolo, Rinaldi e Rocca. Complimenti sinceri a Lecco assoluta dominatrice del girone e a Ostiano e a Gossolengo per i playoff conquistati, meritati.

Ora la palla passa ai dirigenti fiorenzuolani che dovranno porre i giusti tasselli per migliorare ulteriormente e dopo un quinto posto nella scorsa stagione e un quarto in quella appena conclusa, ci si aspetta una Pavidea protagonista nel prossimo Campionato per provare a centrare uno dei primi tre posti e riscrivere la storia di una società che quest’anno festeggia i 40 anni di attività.

Pavidea Fiorenzuola – Pallavolo Olginate 3-1 ( 25-22 25-21 22-25 29-27 )

Fiorenzuola: Donida 12, Tonini 7, Cattaneo 13, Nicoli 1, Reverberi 12, Tosi 15, Coti Zelati (L), Morelli, Ciani, Dalpedri 13. Ne: Milosevic, Gandolfi. All. Marini.

Olginate: Rocca 13 Rinaldi 20, Rainoldi, F.Comi (L), A.Comi 7, Colombo 2, Tresoldi 11, Cattaneo 11, Giudici 1, Perego. Ne: Cortesi, Acquistapace. All. Tirelli.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.