PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il Piacenza vuole regalarsi un sogno, ma al Brianteo servirà un’impresa

Appuntamento più importante della sua ancora giovane storia per il Piacenza Calcio targato Gatti; dopo la retrocessione, il fallimento, e la ripartenza dai dilettanti i biancorossi hanno la possibilità di raggiungere per la prima volta la fase nazionale dei playoff.

Dopo aver fallito lo scorso anno il passaggio al terzo turno al termine della sfida affascinante ed equilibrata con il Parma, ora i ragazzi di Franzini si giocano il tutto per tutto a Monza (oggi, 15 maggio, alle 19) contro un avversario più abbordabile ma avvantaggiato dal fattore campo e dal doppio risultato utile.

Tutta da interpretare la chiave tattica del match, con i brianzoli che probabilmente partiranno in contenimento attendendo che il Piacenza lasci varchi in contropiede: dalla loro non solo una difesa di ferro ed il fattore campo, ma anche una tenuta atletica che, complici anche i 10 giorni di riposo, alla lunga potrebbe essere un fattore importante.

Per i biancorossi ospiti invece le premesse sono totalmente differenti rispetto alla vigilia con la Giana: i milanesi dovevano venire al Garilli con l’obbligo di vincere, ma con il fardello della seconda peggiore difesa del campionato, ed il Piacenza ha potuto sfruttare al meglio le sue armi micidiali di rimessa; al Brianteo invece è quasi certo che il tema tattico costringerà Della Latta e compagni a giocare con la retroguardia monzese già schierata, con tutte le difficoltà di manovra e di spazi conseguenti.

Capitolo formazioni: è probabile che Franzini riproponga il 3-5-2 visto nella ripresa con la Giana Erminio per cercare di dare maggiore densità e peso offensivo. Resta da interpretare il ruolo di Taugourdeau, fin qui decisivo sia con Livorno che con la Giana ma ancora a mezzo servizio; è probabile tuttavia che sia il francese che Romero partano dall’inizio per cercare di sfruttare i calci da fermo ed i palloni aerei. In alternativa è pronto il 4-3-3 con Corazza e Di Molfetta larghi per Pesenti, ma questa soluzione potrebbe essere utilizzata in corso d’opera.

Manca solo l’attaccante Ponsat per Marco Zaffaroni che recupera Romanò a centrocampo e Tentardini in difesa; in mezzo al campo è ballottaggio tra Palesi e Perini, con il primo favorito, mentre sulla linea difesa dubbi tra l’ex Pro Piacenza Negro e Trainotti sulla destra e tra Tentardini-Origlio sulla sinistra.

Probabili Formazioni

Monza (4-4-2). Liverani, Trainotti (Negro), Riva, Caverzasi, Origlio (Tentardini), Giudici, Guidetti, Palesi (Perini), D’Errico, Cori, Mendicino.

Piacenza (3-5-2). Fumagalli, Bini (Di Molfetta), Silva, Pergreffi, Castellana, Segre, Taugordeau (Corradi), Della Latta, Masciangelo, Romero (Corazza), Pesenti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.