PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pro Piacenza, chiusura con il botto a Lucca TOP e FLOP

Più informazioni su

Chiusura di campionato con il botto per il Pro Piacenza che espugna Lucca con un nettissimo 4-0 ed infrange i sogni playoff della compagine di casa.

Pur non avendo più nulla da chiedere al campionato, con la salvezza raggiunta una settimana prima, i rossoneri sono stati autori di una prestazione ai limiti della perfezione, aumentando probabilmente i rimpianti per una classifica finale che probabilmente non rispecchia appieno il reale valore dalla formazione del presidente Burzoni.

I TOP

STEFANO MACCOPPI – Ha ereditato una formazione in caduta libera con cinque sconfitte consecutive ed il reale rischio di playout: in pochi giorni l’ha rivitalizzata con due prestazione eccellenti contro Arzachena e Lucchese che hanno fruttato 8 reti e 6 punti. Difficile chiedere di più.

GIANLUCA BARBA – Da esterno destro è sembrato una furia. Entra praticamente in tutte le azioni offensive più pericolose, segna una rete di pregevole fattura da ala vera e giostra da motorino insesauribile.

ERNESTO STARITA – Riscoperto dopo un campionato intero in panchina; giostra come esterno di sinistra segnando due reti e rivelandosi autentica spina nel fianco della difesa lucchese, una rivelazione tardiva per un giocatore che poteva essere importante.

I FLOP

L’INIZIO DEL SECONDO TEMPO –  Troppa sofferenza nella parte iniziale delle ripresa, nonostante il duplice vantaggio, con la squadra che si abbassa troppo a difesa della propria porta. Fortunatamente la giornata storta dei toscani di casa ha permesso di mantenere la porta inviolata.

RICCARDO MUSETTI – Nella giostra del gol del Pro stavolta l’attaccate ex Parma non partecipa. Gioca leggermente ai margini della manovra, complice la partita di grazia di Mastroianni, Barba e Starita. Per una volta non è protagonista.

ANDREA CALANDRA – Dalle sue parti la Lucchese spinge con maggiore assiduità. Lui rimane sulle sue senza cercare avventure offensive che potevano scoprire il reparto difensivo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.