PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Serie C: due punti di penalità per il Piacenza, prosciolto il Pro

Piacenza Calcio penalizzato di due punti in classifica per – questa l’accusa – ritardato versamento delle ritenute Irpef della mensilità di febbraio 2018, prosciolto invece il Pro Piacenza.

LEGGI LA SENTENZA

Sono le decisioni del Tribunale Federale Nazionale presieduto da Cesare Mastrocola, che ha sanzionato sei società di Lega Pro per violazioni CO.VI.SO.C. Il TFN ha inflitto 10 punti di penalizzazione al Matera (Girone C di Serie C), 6 punti di penalizzazione al Siracusa (Girone C di Lega Pro) e all’Akragas (Girone C di Lega Pro) e 2 punti di penalizzazione a Mestre (Girone B di Serie C), Piacenza (Girone A di Lega Pro) e Gavorrano (Girone A di Lega Pro).

Per i biancorossi è scattata anche l’inibizione per quattro mesi nei confronti del presidente Marco Gatti e per tre mesi nei confronti del Revisore unico del club Massimo Leonardi, oltre ad una multa di 3mila euro.

Sono stati invece prosciolti da ogni addebito il Santarcangelo (Girone B di Lega Pro) e il Pro Piacenza (Girone A di Lega Pro). Secondo quanto si legge nella sentenza, la società del presidente Burzoni “ha dimostrato di aver dato corrette direttive (al consulente, ndr) finalizzate all’osservanza delle scadenze federali” e ha “comunque posto immediato rimedio all’inosservanza mediante il pagamento del dovuto pochi giorni dopo la scoperta dell’errore”.

Nei giorni scorsi entrambe le società dopo il deferimento avevano diffuso un comunicato nel quale si parlava di “semplice errore di natura contabile” evidenziando “la completa buona fede”.

A seguito della penalizzazione la squadra di Franzini scende a quota 49 punti e dovrà ora conquistare un punto nella gara contro il Livorno per mantenere l’ottavo posto; il Pro resta invece a 38 punti e può festeggiare l’aritmetica salvezza.

IL CLUB: “FAREMO APPELLO” –  A seguito della decisione del Tribunale Federale il Piacenza Calcio ha diffuso il seguente comunicato: “Nella giornata odierna, il Tribunale Federale Nazionale – Sezione Disciplinare, ha sanzionato il presidente Marco Gatti e il Revisore unico del club Avv. Dott. Massimo Leonardi con l’inibizione e la società Piacenza Calcio con due punti di penalizzazione per non aver versato, entro il termine del 16/03/2018 le ritenute Irpef relative agli emolumenti, dovuti ai propri tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo, relative alla mensilità di febbraio 2018″.

Il Piacenza Calcio, ritenendo superabili le censure mosse dal Tribunale nella propria decisione, rimane profondamente convinto di poter dimostrare la liceità delle condotte contestate al presidente Marco Gatti, al dott. Massimo Leonardi ed al club, in ragione per di più di una mera e contrastante interpretazione normativa e di un differente giudizio dato a medesimi casi”.

“Per questo, nei prossimi giorni, il club, assistito dall’Avv. Cesare Di Cintio, impugnerà la decisione di primo grado avanti alla Corte Federale d’Appello”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.