PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Turismo, Piacenza festeggia la Destinazione Emilia: “Puntare su enogastronomia e cultura” foto

Destinazione Turistica Emilia compie un anno e Piacenza è scelta come prima tappa dei “festeggiamenti”. E’ stata l’occasione per l’ente di promo-commercializzazione turistica, che comprende la nostra provincia insieme a quelle di Parma e Reggio Emilia per un totale di 113 comuni, per fare il punto sul lavoro svolto e sulle prospettive future.

Una giornata che si è aperta con una visita guidata alla salita al Pordenone, l’antico camminamento per raggiungere la cupola affrescata della Basilica di Santa Maria di Campagna (vedi sotto), ed è proseguita nel pomeriggio a Palazzo Farnese. Ospite d’onore l’assessore regionale Andrea Corsini, affiancato dal presidente della Provincia di Piacenza Francesco Rolleri, dal sindaco di Piacenza Patrizia Barbieri, dalla presidente della Destinazione Natalia Maramotti e da Stefano Cantoni, in rappresentanza degli operatori privati di Destinazione. Con loro gli amministratori dei Comuni del territorio, gli operatori turistici, le guide, rappresentanti dei consorzi di tutela del prodotto tipico, rappresentanti di istituzioni e fondazioni culturali.

“Destinazione Turistica Emilia era necessaria – ha evidenziato Corsini – perché questi territori insieme possono fare cose siginificative. Se vogliamo provare a intercettare flussi turistici internazionali bisogna ragionare in termini di area vasta: è questa la sfida che abbiamo lanciato. E’ importante fare strategia e costruire un piano di marketing che faccia crescere le presenze: come Regione abbiamo impegnato risorse che contiamo di aumentare in futuro”.

Corsini ha parlato di crescita “impetuosa” del turismo in Emilia Romagna, con 12 milioni di presenze turistiche in più nel giro di tre anni che si riflettono anche sulle province che compongono la Destinazione Emilia. “Tutta la Regione deve puntare su enogastronomia e cultura, e su questo si può fare un lavoro importante”. “In questo senso – l’annuncio dell’assessore – stiamo costruendo un accordo di collaborazione per un evento enogastronomico di rilievo internazionale, legato alla guida Michelin, che toccherà Piacenza, Parma e Reggio Emilia”.

Elogi all’attività fin qui svolta sono arrivati anche dal sindaco Barbieri: “Abbiamo una presidente che lavorando seriamente è riuscita a riempire la Destinazione Emilia con quei contenuti a cui noi tutti aspiriamo, vale a dire la progettualità di un’area vasta che non vada a penalizzare un territorio rispetto ad un altro, ma valorizzi le peculiarità di ciascuno. Investire su turismo e cultura significa avere grandi risultati in termini di ricchezza sul territorio, gli amministratori devono essere i primi a crederci.

“Abbiamo un grande patrimonio da sfruttare, chi riesce a raggiungerci ha la possibilità di apprezzare uno dei posti più belli al mondo” – le parole di Rolleri. “Con Destinazione Emilia lavoriamo insieme in quello che è un grande ufficio marketing per farci conoscere. Ovviamente oltre alla promozione bisognerà sviluppare una adeguata offerta commerciale”.

“È stato un anno di appassionato lavoro – ha sottolineato la presidente di Destinazione turistica Emilia, Natalia Maramotti – condiviso dai tre territori, dimenticando i confini amministrativi, convinti della bellezza dell’Emilia, della straordinaria forza dei suoi valori a partire dalla qualità dell’enogastronomia figlia di una cultura millenaria; saranno tre incontri territoriali per condividere questa idea tanto forte quanto scontata, ossia che insieme si vince”.

Dopo la tappa piacentina, il prossimo appuntamento sarà il 6 giugno a Parma e Reggio Emilia.

LA SALITA AL PORDENONE – Per l’assessore regionale al Turismo Andrea Corsini, oggi a Piacenza per incontrare le istituzioni del territorio, la prima tappa della visita in città è stata alla basilica di Santa Maria di Campagna. Accanto a lui, per scoprire le suggestioni della Salita al Pordenone, la presidente del Cda di Destinazione Turistica Emilia, Natalia Maramotti, assessore al Turismo di Reggio Emilia. A fare gli onori di casa, insieme al sindaco Patrizia Barbieri e al presidente della Provincia Francesco Rolleri, il presidente del Comitato esecutivo della Banca di Piacenza Corrado Sforza Fogliani. L’assessore Corsini e Natalia Maramotti hanno avuto modo di ammirare la bellezza degli affreschi dell’artista friulano, visti da vicino.

“Non poteva esserci inizio migliore – sottolinea il sindaco Patrizia Barbieri – per una giornata di lavoro dedicata alla promozione turistica del territorio e alla valorizzazione delle sue eccellenze. Visitando la Salita al Pordenone, abbiamo potuto mostrare all’assessore Corsini e alla presidente Maramotti, non solo i capolavori del nostro patrimonio storico e artistico, ma anche un modello di efficienza sotto il profilo dell’organizzazione e dell’accoglienza. In tal senso, ringrazio l’avvocato Sforza Fogliani ma anche il Convento dei Frati Minori di Santa Maria di Campagna”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.