PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Applausi per il concerto dei vincitori del concorso Zanella foto

Si è conclusa nella Basilica di S. Lorenzo Martire a Monticelli d’Ongina, con il concerto dei vincitori, la V edizione del Concorso Strumentale Biennale Interregionale intitolato al celebre pianista Amilcare Zanella; concorso nato nel 2009 dalla collaborazione dell’amministrazione comunale di Monticelli d’Ongina con il Maestro Fabrizio Garilli che ne è direttore artistico e al quale va il merito di aver riscoperto e rivalutato la figura dell’artista, partecipe della rinascita strumentale italiana del primo Novecento.

L’interesse sempre crescente delle precedenti edizioni ha portato alla progettazione e realizzazione di un concorso strumentale interregionale che, con la collaborazione dell’Orchestra Filarmonica della Scala, coinvolge progressivamente tutte le regioni e istituzioni A.F.A.M italiane; nell’anno 2016 le regioni del Nord, nell’anno 2018 le regioni del centro Italia e nel 2020 si prevede il coinvolgimento delle regioni del Sud. Sostenitrice dell’iniziativa, fin dalla prima edizione 2009, la Fondazione di Piacenza e Vigevano. Altrettanto preziosa la collaborazione dell’Orchestra Filarmonica della Scala, partner che qualifica il livello dell’iniziativa.

L’attuale edizione del concorso è stata dedicata al flauto e all’ottavino, strumento quest’ultimo poco appariscente, ma fondamentale nell’ambito delle sempre più ampie possibilità coloristiche orchestrali tra 800 e 900. Venerdì 1 giugno, alla presenza di un folto pubblico, si è tenuto con successo il concerto conclusivo del concorso con la premiazione dei primi classificati.

In apertura il sindaco Jimmi Distante ha ringraziato la Fondazione di Piacenza e Vigevano per il sostegno all’iniziativa, la direzione artistica della Filarmonica, l’Immobiliare Raffaella e i componenti del comitato organizzativo del concorso, presieduto dall’assessore Papa e costituto dai Maestri Fabrizio Garilli, Giovanni Catelli, dalla dottoressa Amici Salvini.

L’assessore alla cultura ha poi ricordato i vari momenti del percorso organizzativo ringraziando il parroco don Stefano Bianchi per la disponibilità ad ospitare eventi artistici. Il Maestro Garilli ha concluso sottolineando sinteticamente i passaggi più importanti della complessa organizzazione del concorso. Assente per impegni improrogabili il Maestro Ernesto Schiavi presidente della Giuria del concorso.

Ha aperto il concerto Jacopo Famà,(terzo premio) accompagnato dal fratello Lorenzo (premio per la migliore collaborazione pianistica) proponendo “Grande fantasia su Mignon“di P. Taffanel (Conservatorio N.Paganini di Genova).

Alessandro Cetro (2°premio) dell’I.S.S.M di Fermo, ha eseguito “Sonata appassionata“ di S.K.Elert per flauto solo, seguito da Fulvio Ferrara (premio per la migliore esecuzione di un brano su temi rossiniani) dell’ISSM di Fermo che ha eseguito di S. Mercadante “Variazioni su“Ah! Dov’è quel cuore amante“.

Conclusa la prima parte si è svolta la cerimonia di premiazione con la consegna delle borse di studio di € 3.000 al primo classificato, di € 2.500 al secondo classificato , di € 1000 al terzo. Sono state inoltre consegnate borse di studio € 400 alla migliore esecuzione per ottavino, di € 300 al miglior collaboratore pianistco e di € 300 alla migliore esecuzione di un brano su temi rossiniani.

Nella seconda parte, una parentesi corale per ricordare Gioacchino Rossini nel centocinquantenario della morte. Il coro maschile e solisti del Teatro Municipale, con la direzione del Maestro Corrado Casati, hanno eseguito il Credo della “Messa di Milano“ (opera giovanile) e i finali del primo atto delle opere“La Cenerentola,”L’italiana in Algeri e “Il barbiere di Siviglia. Esecuzioni stilisticamente puntuali con bravi solisti del coro che hanno intepretato con la collaborazione pianistica del Maestro Elio Scaravella i ruoli dei protagonisti delle opere in programma.

Dopo la parentesi corale, Anna Primavera del Conservatorio de L’Aquila (premio per la migliore esecuzione per ottavino) ha proposto di T.Green “Piccaroon“ calorosamente applaudita. A conclusione della serata il vincitore del concorso Emanuele Orsini (dell’I.S.S.M di Terni) sostenuto dal bravo Elio Scaravella, ha proposto di G.Briccialdi “Variazioni sul carnevale di Venezia“op. 78. Un giovane talento 13enne che ha evidenziato una spiccata personalità, straordinarie doti tecniche ed un eccelente qualità di suono.

I giovani artisti, all’altezza della aspettative, hanno confermato talento ed una solida preparazione sottolineata dai calorosi applausi del pubblico. La Filarmonica della Scala valuterà, come da bando, il coinvolgimento del vincitore del concorso in attività artistiche promosse dalla celebre formazione orchestrale milanese.

Nelle foto il vincitore, il giovanissimo Emanuele Rossini, insieme al 2° classificato Alessandro Cetro (a sinistra) e il terzo classificato Jacopo Famà (a destra)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.