Arma del Genio, aperta la settimana di festa “Legame forte con la comunità piacentina” fotogallery

Si è aperta lunedì con l’inaugurazione in Sant’Ilario della mostra “Artisti di Oggi e di ieri” la settimana di Festa dell’Arma del Genio, che culminerà venerdì 22 giugno con una doppia cerimonia in Piazza Cavalli e alla Caserma Tenente Filippo Nicolai.

L’anniversario quest’anno coincide con il centenario della Battaglia del Piave (detta anche battaglia del Solstizio) che ebbe luogo tra il 15 ed il 24 giugno 1918, proprio quale riconoscimento del contributo straordinario che tutti i reparti e le specialità dell’Arma del Genio dimostrarono nel conflitto.

“E’ la festa di tutta l’Arma del Genio, con le sue specialità Pontieri, Guastatori, Pionieri e Ferrovieri, ed è la prima volta che viene svolta a Piacenza – sottolinea il colonnello Salvatore Tambè, comandante del 2 Reggimento Genio Pontieri -: per tutti noi Pontieri è grande motivo di orgoglio”.

La mostra “Artisti di Oggi e di ieri” vede l’esposizione di opere inedite provenienti dall’ISCAG in Roma (Istituto Storico e di Cultura dell’Arma del Genio) e realizzate da artisti che indossarono l’uniforme nel corso del secondo conflitto mondiale, accostate a quelle realizzate dal Liceo Artistico Cassinari che verranno premiate nella serata del 21 giugno a Palazzo Gotico. L’esposizione rimarrà aperta dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 17,30 alle 21,30.

Si tratta di una mostra dimenticata per oltre 75 anni. Difatti dopo l’inaugurazione nel Palazzo delle Esposizioni a Roma il 7 giugno del ’42 cadde nell’oblio delle vicende della guerra finendo nei sotterranei, per poi tornare all’iniziale splendore con l’esposizione per tre mesi, lo scorso anno, presso lo Stadio di Domiziano a Roma.

In questa mostra, il visitatore potrà riscoprire l’importanza della memoria militare nell’opera di pittori che ritrassero non solo battaglie e momenti della dura esistenza al fronte, ma anche squarci di vita quotidiana, momenti di svago, sentimenti ed emozioni di artisti e militari che hanno contribuito a scrivere la storia del nostro Paese. Le opere sono quasi “diari di guerra dipinti” che esprimono una guerra senza odio, una serena volontà di resistere con abnegazione e senso del dovere alle sorti di un conflitto, divenute ormai sfavorevoli. Ad essi sono accostati le opere degli artisti di oggi e anche di domani.

Gli alunni del Cassinari, sotto la guida sapiente dei loro docenti, hanno realizzato proposte per la locandina della festa dell’Arma del Genio, una ipotesi di francobollo celebrativo sempre del medesimo evento ed una opera tridimensionale che ripercorre tutte le anime dell’Arma del Genio.

Gli alunni autori delle opere della mostra verranno quindi premiati nel corso di una serata ad inviti, che avrà luogo il prossimo giovedì 21 giugno presso il Palazzo Gotico.

“Piacenza – ha voluto sottolineare al taglio del nastro il sindaco di Piacenza Patrizia Barbieri – è orgogliosa di ospitare questo appuntamento per celebrare il valore e l’importanza di un presidio militare storico sul territorio, ma anche per riaffermare il legame con la nostra comunità. Siamo noi che dal profondo del cuore dobbiamo dirvi grazie”. “Mi auguro – ha poi aggiunto – che tanti concittadini colgano l’opportunità di questo incontro con la storia che la mostra ci offre”.

LE ALTRE MOSTRE – Insieme all’eposizione in Sant’Ilario è stata allestita la mostra alle “Ex scuderie Maria Luigia” in piazza Cittadella dal titolo “il Genio per il Paese – noi ci siamo sempre” che mostrerà le attuali attività svolte dai Reparti del Genio, con orari di apertura dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 15 alle 18, 30; l’area espositiva di “Palazzo Farnese” in piazza Cittadella ospita invece “il Genio dalla Grande Guerra ad oggi” che mediante uniformi, cimeli di ogni genere e video ricorderà il contributo dei genieri attraverso due guerre mondiali, con orari di apertura dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 15 alle 18, 30. Tutte le mostre resteranno aperte fino a domenica 24 giugno.

IL PROGRAMMA – La manifestazione proseguirà con un concerto, ad invito, con la banda militare dell’Arma Tramat e con i musicisti del Conservatorio “Nicolini” che si svolgerà a palazzo Gotico il 21 giugno dalle ore 18.

Il 22 giugno verrà celebrata la Festa dell’Arma del Genio con due cerimonie militari. Quella pubblica si terrà nella mattinata in Piazza Cavalli con lo sfilamento di una Compagnia del 2° Reggimento Pontieri e la banda, l’alzabandiera solenne e la deposizione di una corona al monumento dei caduti.

Alle ore 11 si terrà una cerimonia a invito alla caserma “Nicolai”, alla presenza delle massime autorità militari, civili e religiose. L’evento vedrà schierate tutte le 13 bandiere di guerra dei reggimenti genio e dell’Arma del Genio ed un reggimento di formazione composto dai genieri provenienti da tutta Italia. La giornata terminerà con una serata di beneficienza, ad invito, in favore delle popolazioni colpite dal sisma del 2016, che sarà organizzata presso il cortile “Rebora” della Caserma “Nicolai”.

L’Arma del Genio – Fra le Armi dell’Esercito Italiano che si dedicano al supporto al combattimento, l’Arma del Genio riveste un’importanza ed un ruolo assolutamente unici. Capace di operare in prima linea anche davanti la fanteria per aprire varchi nelle opere difensive avversarie, allo stesso modo può condurre demolizioni per ritardarne l’avanzata.

Può gittare ponti sui fiumi, costruire veri ponti su più campate, ripristinare collegamenti ferroviari, aprire strade e costruire accampamenti. La capacità tecnica, l’abnegazione e l’umiltà, tipiche caratteristiche dei Genieri, hanno caratterizzato la storia dell’Arma, che grazie alla connotazione “dual-use” dei propri Reparti, oltre all’impiego operativo nelle missioni internazionali, è in grado di intervenire in ogni momento, su tutto il territorio nazionale, in operazioni a supporto della popolazione colpita da calamità naturali e, con i suoi nuclei EOD (Explosive Ordinance Disposal), per la bonifica degli ordigni residuati bellici delle due Grandi Guerre che nonostante il trascorrere degli anni rappresentano una minaccia sempre elevata.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.