Quantcast

Atletica Piacenza da urlo ai Campionati Italiani: doppio bronzo

Atletica Piacenza da urlo ai Campionati Italiani Juniores di Agropoli. Non solo Lucrezia Lavelli: la soddisfazione per il bronzo tricolore della specialista del salto con l’asta è compensata dai fantastici risultai dei compagni.

Meno soddisfatto Francesco Pelagatti. Il saltatore in alto non è riuscito ad accedere alla finale: il giovane ha valicato infatti l’asticella a 1,95 al terzo tentativo disponibile. Purtroppo, alcuni tra gli avversari lo hanno fatto al primo tentativo, escludendolo dunque dalla finale.

Anna Ofidiani ha confermato il suo eccellente stato di forma negli 800 metri juniores. Dopo lo strabiliante record personale ottenuto la settimana precedente a Forlì, in cui corse il doppio giro di pista in 2’16”60, Anna ha avvicinato nuovamente i suoi limiti: l’ottimo crono di 2’18”82 non è però stato sufficiente a passare il turno eliminatorio. Anche Rebecca Cravedi, nonostante la buona prova sui 200, chiusi in 25”74, non ha ottenuto l’accesso ai turni successivi.

RIETI – E’ però ai Campionati Italiani Allievi di Rieti che l’Atletica Piacenza ha portato la sua delegazione più numerosa: sono stati ben nove i portacolori biancorossi a misurarsi con i migliori coetanei della penisola.

Menzione d’onore a Lorenzo Cesena: il giovane ha infranto il proprio primato personale per ben due volte nei 400 ostacoli, correndo in 55”28 in batteria e migliorandosi di due secondi, per poi stupire di nuovo tutti in finale, in cui ha addirittura agguantato il bronzo tricolore e il record di 55”14. Lorenzo era arrivato a Rieti con il quattordicesimo tempo: questo dimostra l’impresa compiuta.

La delegazione ha potuto vantare un’importante presenza di mezzofondisti. Pietro Ofidiani è riuscito ad ottenere un bellissimo settimo posto nazionale nei 2000 siepi in 6’16”05, seguito da Filippo Giandini, che ha chiuso diciannovesimo in 6’29”19. Pietro ha poi raggiunto la diciassettesima posizione nei 1500, corsi in 4’11”77, seguito dal compagno Andrea Amore, ventitreesimo al traguardo in 4’14”19.

Buona prestazione pur con qualche rammarico per Andrea Rinaldi nel lancio del martello: il biancorosso ha scagliato il suo attrezzo vicino al personale, facendolo atterrare a 54,10 in qualificazione, per poi concludere al nono posto in finale, primo escluso dalla lotta dei primi otto, a causa di un lancio sottotono a 51,72m.

Fuori dalla finale dei dodici Nasko Stamenov, specialista del salto in alto. Purtroppo per lui non è bastato un salto a 1,85 per giocarsela con i migliori d’Italia. Ma la stagione non è finita per Nasko: il giovane ha nazionalità macedone e gareggerà per il suo Paese ai Campionati Europei under18 a Gyor, in Ungheria. L’Atletica Piacenza potrà così contare su due atleti internazionali tra le sue fila.

Doppia presenza di sprinter: Eleonora Nervetti si è aggiudicata la ventottesima piazza, chiudendo i 100m in 12”60; Tommaso Boiardi ha invece completato i 200m in 23”25. Infine, la staffetta 4×400 Allievi composta da Cesena, Giandini, Bongiorni e Ofidiani è giunta diciassettesima con il tempo di 3’31”89.

Doppio weekend da ricordare per l’Atletica Piacenza, con due bronzi incredibili.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.