Tra Balzano e Jo Nesbo: i consigli “estivi” di Fahrenheit e Romagnosi

Estate, tempo di vacanze, sole, mare e… libri. Non importa quale sia la vostra meta, ogni luogo è adatto per leggere. Sì, ma quale leggere ? Torna anche quest’anno la nostra rubrica sui libri di “tendenza” per le vacanze.

Quattro librerie di Piacenza ci hanno fornito i titoli che, a loro dire saranno i ”must have” dell’estate 2018.  In questa seconda puntata della nostra rubrica, iniziamo con i libri consigliati dalla libreria Fahrenheit 451

La treccia” di Laetitia Colombani – Tre donne: Smita, Giulia e Sarah. Tre continenti diversi. Un unico fattore che le accomuna: una treccia di capelli, metafora di libertà e coraggio. Le tre protagoniste non si incontreranno mai, però i loro destini si intrecceranno e ognuna trarrà forza dall’altra.

Le dodici vite di Samuel Hawley” di Hannah Tinti – Il complesso e profondo legame tra un padre criminale e la figlia adolescente, raccontato in un libro che combina la tensione narrativa del thriller con il senso di avventura e la sensibilità psicologica del racconto di formazione.

Resto qui” di Marco Balzano – Romanzo che, attraverso le vicende di Trina, la protagonista, tratta una storia vera, ambientata durante la Seconda Guerra Mondiale a Curon, un paesino del Trentino che, a causa della costruzione di una diga, verrà sommerso per sempre. Tra i cinque finalisti al premio Strega 2018.

Tikkun: o la vendetta di Mende Speismann per mano della sorella Fanny” di Yaniv Iczkovits – Romanzo storico ambientato a fine ‘800 nelle terre “sul confine” dell’Impero russo. Il marito di Mende Speismann abbandona la sua famiglia e toccherà a Fanny, macellaia ebrea di Grodino, sorella minore di Mende vendicarla.

La saggezza del bosco” di Peter Wohlleben – Vero e proprio viaggio alla scoperta della natura più selvaggia e autentica, per imparare a prenderci cura degli alberi e, quindi, di noi stessi.

E continuiamo con i titoli segnalati dalla libreria Romagnosi

Tanto cielo per niente” di Maria Venturi – Stella è la protagonista di questa storia che nasce da un matrimonio finito e dalla consapevolezza che stare insieme solo per il bene della famiglia non serve. Romanzo della rinascita e del nuovo amore, la storia di una donna che con forza e tenacia sa riemergere dalle avversità e dagli errori.

Maggio ’68. La breccia” di Edgar Morin – Che cosa è stato il Maggio 68? Lo sguardo straordinariamente acuto di Edgar Morin sugli eventi di quel mese cruciale restituisce un’immagine vivida dell’amalgama che dà origine alla protesta.

Il catalogo delle donne valorose” di Serena Dandini – Serena Dandini decide di raccontare le vite di trentaquattro donne, intraprendenti, controcorrente, spesso perseguitate, a volte incomprese ma forti e generose, sempre pronte a lottare per raggiungere traguardi che sembravano inarrivabili, se non addirittura impensabili.

Macbeth” di Jo Nesbo – Nelle mani di Jo Nesbø la tragedia di Shakespare diventa un thriller che non lascia scampo; l’ambizioso generale protagonista si trasforma in un poliziotto dalle umili origini capace delle peggiori efferatezze pur di diventare commissario.

Davanti agli occhi” di Roberto Emanuelli – Luca è un broker trentenne che ha deciso di soffocare la sua vocazione letteraria per imboccare una via più “sicura”. Le giornate di Luca sembrano tutte uguali, note di una melodia suonata senza passione, ma poi arriverà Mary…

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.