PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sei domeniche per riscoprire Castelnuovo Fogliani

Più informazioni su

Dalla via Emilia, a ridosso dell’asse principale della via Francigena e nell’antico Ducato di Parma e Piacenza, si scorge una torre preromanica: chi vuole soddisfare la propria curiosità proseguendo nella sua direzione si trova ben presto circondato da una folta vegetazione, organizzata in uno splendido parco di oltre sei ettari. Immersa nel verde, una sorprendente Villa signorile del Settecento: ecco Castelnuovo Fogliani.

Nell’omonima frazione del comune di Alseno (Piacenza), che ospita anche l’Abbazia di Chiaravalle della Colomba, la Villa sorge sull’antico complesso medievale restaurato nel Settecento a opera di Luigi Vanvitelli, prestigioso architetto della Reggia di Caserta: i suoi progetti sull’edificio principale – affrescato magistralmente da Giuseppe Natali – , sul giardino all’italiana che lo circonda e sulla chiesa che fa parte della proprietà hanno trasformato la Villa di Castelnuovo Fogliani in un unicum artistico, con caratteri di originalità rispetto agli altri Castelli del territorio piacentino, reso così dal tocco dal maestro napoletano ancora più ricco.

La storia di Villa Castelnuovo Fogliani coinvolge personalità nobili e di prestigio, come papa Pio XI che, dopo aver ricevuto in dono il complesso dalla famiglia Sforza Fogliani, nel 1925 decise di trasformarla – affidandola all’allora rettore dell’Università Cattolica del Sacro Cuore padre Agostino Gemelli – in una sede universitaria dedicata alle religiose che volessero continuare gli studi.

Ora la Villa acquista nuova vita, divenendo anche un’officina creativa con l’obiettivo di valorizzare risorse e attività sul territorio, nonché prodotti enogastronomici d’eccellenza. È questo l’obiettivo del marchio di prodotto Casa FoglianiTM, legato alla qualità del marchio di servizio educhef® di EDUCatt, che offre tra l’altro nella sua selezione (presto presente in tutte le sedi dell’Università Cattolica e in tutti i bar e le strutture di ristorazione gestiti da EDUCatt) la nuova birra artigianale Clelia, una sorprendente Cream Ale diretta e brillante prodotta in collaborazione con il birrificio Argo, una selezione di salumi del territorio prodotti dal salumificio Pèveri di Chiaravalle della Colomba, un Grana padano invecchiato fino a 28 mesi dell’azienda agricola di Damiano Contini, e molto altro.

Non solo cibo: la zona di Castelnuovo Fogliani nelle settimane a venire ha in progetto eventi, workshop, meeting, conferenze. Da segnalare le Domeniche in Villa: sei appuntamenti, dal 10 giugno al 23 settembre, in cui gli interessati, da soli o in compagnia, potranno esplorare l’antica e suggestiva location durante visite guidate gratuite aperte al pubblico, con la guida specialistica del professor Alessandro Malinverni e la partecipazione del professor Carlo Mambriani. Le visite, della durata di circa 90 minuti ciascuna, saranno organizzate in due turni (15.30 e 17) a cui si potrà partecipare previa prenotazione online (su www.castelnuovofogliani.it).

Dove Il complesso “Villa Sforza Fogliani” è sito in Castelnuovo Fogliani nel Comune di Alseno, in provincia di Piacenza e all’ingresso della provincia di Parma. Vi si accede con un breve percorso, di circa 2 km, dopo avere lasciato la via Emilia Parmense tra Fiorenzuola e Fidenza. Il comune ospita anche la preziosa Abbazia di Chiaravalle della Colomba, fondata da San Bernardo di Chiaravalle nel 1136. Indirizzo: Viale delle Rimembranze 87, 29010 Alseno (Piacenza)

Informazioni – Prenotazioni online: www.castelnuovofogliani.it

TEL. + 39 02.7234.2415

E-MAIL: info@castelnuovofogliani.it

Area web: www.educatt.it/casafogliani

Sito web dedicato: www.casafogliani.it – www.castelnuovofogliani.it

Facebook: @casafogliani

Instagram: @castelnuovofogliani

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.