PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Frane e dissesti, dalla Regione oltre un milione per 24 interventi

Difesa del suolo. Raddoppiano i fondi per le opere di manutenzione di corsi d’acqua, versanti e della costa.

Per il 2018 stanziati quasi 12 milioni di euro: 1,1 milioni per 24 interventi in provincia di Piacenza. Bonaccini-Gazzolo: “Per la prima volta un programma triennale con risorse e tempi certi. Al centro la cura costante del territorio”

Obiettivo anche la prevenzione, con fondi per il servizio piena e la vigilanza. Partono i cantieri per salvaguardia e riqualificazione da Piacenza a Rimini. Oltre 160 interventi in tutte le province. Il dettaglio di quelli previsti nel piacentino

Bologna – Raddoppio dei fondi da subito e programmazione triennale, per un’azione continua a strutturale di prevenzione e messa in sicurezza del territorio. Dalla Regione arriva infatti un maxi piano da 160 interventi – che partiranno entro l’anno, da Piacenza a Rimini – per la manutenzione di fiumi, torrenti, versanti e della costa dell’Emilia-Romagna.

Un investimento da 12 milioni di euro nel 2018, la prima tranche del programma approvato dalla Giunta regionale e che da qui al 2020 mette a disposizione quasi 19 milioni di euro.

Nel dettaglio, quest’anno per la sicurezza idraulica dei corsi d’acqua la Regione investe 6,33 milioni di euro su un totale di 10,26 disponibili nel triennio.

Alla manutenzione dei versanti sono destinati 2 milioni e per gli interventi di ripascimento e riqualificazione delle difese costiere andranno 2,14 milioni.

A questi si aggiungono 1,75 milioni per approfondimenti e progettazione degli interventi di prevenzione strutturale (indagini, rilievi, perizie tecniche) di cui 884 mila euro investiti già nel 2018. Altri 1,7 milioni sono destinati per il servizio di piena, ossia la vigilanza sui fiumi in caso di forti piogge.

Nella sola provincia di Piacenza, nel 2018 sono previsti 24 interventi di manutenzione di versanti e corsi d’acqua per oltre 1 milione e 120 mila euro.

“Il raddoppio delle risorse destinate già quest’anno alla manutenzione è un grande risultato. E per la prima volta- affermano il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, e l’assessore regionale alla Difesa del suolo, Paola Gazzolo– mettiamo in campo una programmazione che abbraccia un intero triennio: significa cura costante e puntuale del territorio, sapendo con precisione le risorse su cui è possibile contare e le priorità su cui intervenire.

La pianificazione è la premessa per accrescere l’efficacia delle azioni, proprio perché inserite in chiara strategia definita che punta ad innalzare sempre più i livelli di sicurezza a fronte delle sfide imposte dal cambiamento climatico e dagli eventi meteo estremi che ne derivano. Ovviamente- chiudono Bonaccini e Gazzolo- rinnovando l’impegno della Regione a intervenire subito in caso di eventi imprevisti per non lasciare soli cittadini, imprese e comunità locali, come successo in questi anni in Emilia-Romagna”.

Tutte le opere nel piacentino

Sono previsti 24 interventi di manutenzione di versanti e corsi d’acqua per 1 milione 120 mila euro.

In particolare, per la difesa dei versanti si investiranno 330 mila euro: a Pecorara, con 45 milaeuro, continuerà il consolidamento dell’abitato di Cocogni; altri 45 mila euro saranno utilizzati rispettivamente per il consolidamento dei dissesti che interessano le località Casoni e Pilè, a Travo, e le località Gallare, Groppo e il capoluogo comunale a Farini.

Ad Alseno, con 105 mila euro, proseguiranno i lavori a difesa dell’abitato di Castelnuovo Fogliani. 90 mila euro serviranno a Coli, Pianello, Lugagnano Val d’Arda e Gropparello per la manutenzione dei versanti che rientrano nei territori dei bacini di Trebbia, Tidone, Nure e Arda.

Per la sicurezza idraulica, nel corso dell’anno saranno investiti oltre 630 mila euro per Tidone, Trebbia, Nure, Arda e per l’adeguamento della cassa di espansione della relativa strumentazione di controllo sul Rio Torto/Lora per a Castel San Giovanni (217 mila 500 euro).

La Regione ha inoltre deliberato opere “in compensazione”, cioè interventi di messa in sicurezza dei fiumi in cui l’appaltatore potrà utilizzare, a titolo di compenso, il materiale prelevato.

Interesseranno anche il territorio piacentino per un valore di 416 mila euro: il fiume Trebbia in località dei comuni di Coli, Bobbio, Rivergaro e Travo per circa 110 mila euro; il torrente Tidone nei comuni di Agazzano, Alta val Tidone, Borgonovo, Pianello per quasi 79.000 euro; il torrente Nure a Bettola, Ponte dell’Olio e in altre località per oltre 153.000 euro e il torrente Riglio, a Gropparello e San Giorgio Piacentino nelle località di Viustino e Veggiola, per quasi 75 mila euro.

Al servizio di piena, per la vigilanza sui corsi d’acqua in caso di piogge intense, sono assegnati 72 mila euro. Altri 85 mila saranno utilizzati per studi, indagini e rilievi necessari alla progettazione di interventi di sicurezza del suolo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.