PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

A Monticelli successo per il concerto sulla Musica nel Rinascimento

LA MUSICA NEL RINASCIMENTO Gaffurio e Leonardo alla corte del Vescovo Pallavicino – La nota stampa

Venerdì 8 giugno 2018 si è tenuto il concerto “La musica nel Rinascimento, Gaffurio e Leonardo alla corte del Vescovo Pallavicino” nella Basilica di San Lorenzo Martire in Monticelli d’Ongina.

Alla presenza di un pubblico straripante che ha gremito la chiesa, il parroco don Stefano Bianchi ha porto il saluto della parrocchia alle autorità e ai presenti ringraziando la ditta Leoni SiliThern per il sostegno all’evento, l’AVIS di Monticelli d’Ongina per aver gestito il concerto, l’Amministrazione Comunale per la concessione del patrocinio e il ristretto gruppo degli organizzatori.

Di seguito sono intervenuti Cassandra Dagani, assessore per la Promozione e Valorizzazione del patrimonio storico e artistico che ha portato i saluti dell’Amministrazione Comunale, il M° Giovanni Catelli che ha illustrato le finalità dell’evento volte alla valorizzazione e al sostegno delle radici culturali del territorio e il M° Paolo Rossini, docente di storia ed estetica della musica presso il Conservatorio di Musica “Antonio Scantrino di Trapani” che ha commentato storicamente e tecnicamente, con dovizia di notizie e citazioni, i brani in programma.

Il concerto, evento collaterale alla mostra “Salita al Pordenone”, era inperniato su musiche di autori del rinascimento e del primo seicento appartenenti alla scuola veneta e in particolare alla scuola di San Marco in Venezia; il programma alternava musiche d’assieme (coro, ottoni e organo), musiche per coro a cappella e brani pretttamente strumentali come la famosa sonata “Pianforte” di Giovanni Gabrieli, primo esempio di impiego delle dinamiche nella musica strumentale.

E’ stato pure eseguito “O pie Jesu” per celebrare il famoso compositore e trattista Franchino Gaffurio da Lodi, discusso soggetto nel dipinto “Ritratto di Musico” di Leonardo da Vinci, che dal 1480 al 1483 fu “Magister Musicae” presso la corte di Monticelli, nominato dal Vescovo Carlo Pallavicino, mecenate che fece edificare prima la rocca e poi la Basilica di San Lorenzo.

Il Coro Polifonico Padano di Pieve Porto Morone (PV), diretto da Rosalìa Dell’Acqua, coadiuvato dall’”OP Brass Quintet” (composto da Fabio Morini e Paolo Nascinbene: trombe, Emiliani Gabrini: corno, Silvio Malinverno: trombone, Enrico Gazzi: tuba) e dall’orgnista Guido Andreolli, è stato artefice delle toccanti suggestioni e intense epressioni sonore rieccheggiate nella splendida cornice della Basilica tardoquattrocentesca.

Il pubblico ha ripetutamente applaudito le impeccabili esecuzioni sia corali che strumentali con con religiosa concentrazione e manifestazioni di calorosa partecipazione: il programma, di particolare interesse e in genere riservato a cultori di nicchia, ha entusiasmato il pubblico arrivato anche da località lontane.

Alla fine del concerto, il Presidente della Banca di Piacenza Sforza Fogliani avv. Corrado, ha salutato le autorità e il pubblico, ringraziando per lo spessore e la qualità artistica delle esecuzioni, auspicando la continuità rivolta alla conservazione e al restauro del patrimonio artistico mediante rinnovati progetti culturali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.