PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Si spaccia per postina per derubare una 92enne, bloccata la complice

Più informazioni su

Si spaccia per postina per derubare una 92enne, i carabinieri bloccano e arrestano la complice.

È accaduto nella mattinata di venerdì 8 giugno in via Santa Franca a Piacenza, dove una 52enne nomade residente a Voghera, pregiudicata, è finita in manette per tentato furto aggravato.

La zona cittadina negli ultimi giorni è stata colpita più volte da malviventi che hanno agito con lo stesso modus operandi sempre ai danni di persone anziane e su cui ora sono in corso ulteriori accertamenti.

La tecnica attuata è semplice: mentre un soggetto si finge postino e convince il malcapitato a scendere in strada, il complice è già pronto sul pianerottolo per approfittare della porta lasciata aperta e “ripulire” rapidamente l’abitazione.

Colpi in certi casi consistenti, come quello a messo a segno in Vicolo dell’Edilizia, dove ignoti sono riusciti a sottrarre valori per 15mila euro.

Il furto è stato sventato grazie all’attenzione di un cittadino; l’uomo mentre scendeva da un taxi si è accorto che una donna aveva citofonato all’abitazione della 92enne, dicendole di essere una postina e di scendere a firmare una ricevuta.

Gli è parso subito chiaro che non fosse un’addetta delle Poste (non indossava alcun travestimento) e le ha quindi chiesto spiegazioni.

La finta postina ha cercato di giustificarsi, mentre avvisava via cellulare la complice, riuscendo ad allontanarsi e far perdere le proprie tracce.

Anche la seconda ha cercato di dileguarsi, ma il cittadino ha richiamato l’attenzione di una pattuglia dei carabinieri di Rivergaro che stavano passando in zona e che hanno immediatamente bloccato la donna. Nel corso della perquisizione hanno inoltre trovato nascosti nel suo reggiseno 800 euro in contanti.

La 52enne dopo l’arresto è comparsa in Tribunale, dove sono stati chiesti i termini a difesa. Ora si trova agli arresti domiciliari.

L’Arma raccomanda di prestare la massima attenzione, “nel caso vi venga chiesto di lasciare la casa per firmare una raccomandata o altro raccomandatevi sempre di chiudere a chiave la porta” ha sottolineato il comandante provinciale Corrado Scattaretico.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.