PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cadeo, nuovo regolamento di polizia urbana “Lotta a degrado e prostituzione”

Cadeo, novità in tema di sicurezza personale ed urbana. E’ quanto emerso dall’ultimo Consiglio Comunale, con l’approvazione del nuovo regolamento di Polizia Urbana.

“E’ il decreto Minniti a fornirci nuovi strumenti da utilizzare per far fronte a tematiche complesse e attuali, come la questione dell’abbandono dei rifiuti, degli stabili in stato di abbandono e, non per ultimo, dell’esercizio di prostituzione che sta toccando anche il nostro territorio”, spiega il sindaco Marco Bricconi.

Il decreto legge, approvato dal Governo nello scorso febbraio, tra i provvedimenti elencati fornisce un nuovo strumento ai sindaci di Comuni: Il “Daspo urbano”, una sanzione amministrativa pecuniaria a “chiunque ponga in essere condotte che limitano la libera accessibilità e fruizione” in luoghi cittadini.

“Come previsto dal decreto, abbiamo individuato ed elencato i luoghi sensibili in cui può essere applicato – prosegue l’assessore Massimiliano Dosi – quali luogo di culto, scuola, spazi sportivi e luoghi di maggior fruizione e passaggio”.

A Cadeo si andrà così a puntare l’attenzione sull’abbandono dei rifiuti: “L’introduzione della sanzione, che oggi il decreto inasprisce rispetto al passato, non è un modo per far cassa ma per educare al senso civico”, sottolinea Dosi. Multe a chi lascerà i rifiuti al di fuori dei cassonetti e sul territorio e ma anche maggiore coinvolgimento dei commercianti nel promuovere il senso civico in clienti ed avventori.

Gli accertatori saranno i membri della Polizia Municipale, a cui potrà seguire l’intervento delle Forze dell’Ordine. “Oltre alla multa l’accertatore avrà anche la possibilità di allontanare il contravventore per 48 ore dal territorio”.

Il decreto potrà anche essere un valido alleato contro la prostituzione esercitata in strada: “Sanzione pecuniaria e allontanamento potranno essere messi in atto contro i clienti – aggiunge il primo cittadino – ed essere affiancati alle misure già in atto, quali video-telecamere e pattugliamento della Polizia Municipale”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.