PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Eccellenza e Promozione, si comincia il 2 settembre

Più informazioni su

La consueta riunione a Bologna del Comitato Regionale dell’Emilia Romagna con le Società di Eccellenza e di Promozione, per illustrare e discutere i criteri organizzativi dei rispettivi campionati, ha individuato le date possibili per la stagione 2018/19.

Con i gironi ancora definire, si è seguito il modello (che era stato accolto di buon grado) della stagione precedente: il primo turno di Coppa è previsto per domenica 26 agosto, mentre la prima di campionato, per l’Eccellenza e per la Promozione, sarà domenica 2 settembre.

La finale della Coppa di Eccellenza è calendarizzata per mercoledì 23 gennaio, mentre la stagione regolare di Eccellenza e Promozione andrà in archivio domenica 5 maggio. Playout di Eccellenza domenica 12 maggio, playout e i playoff di Promozione domenica 12 e domenica 19 maggio.

LA RIUNIONE – Presenti al tavolo dei relatori il Presidente Regionale Paolo Braiati, il Vicepresidente Vicario con Delega all’Attività Agonistica Dorindo Sanguanini, il Vicepresidente con delega all’Attività Giovanile Celso Menozzi ed il Presidente del CRA Emilia Romagna Sergio Zuccolini. In platea anche i Consiglieri Regionali Alberto Ceccarelli, Biagio Dragone, Luigi Sarti e Domenico Spignoli, insieme al Delegato Provinciale di Rimini, Domenico Magrini.

A portare il primo saluto alle Società intervenute è stato il Presidente Zuccolini che ha affrontato temi caldi come quelli delle designazioni, degli assistenti e degli osservatori. Quindi è stata la volta del Presidente Braiati, protagonista di un intervento ad ampio raggio. Sottolineati l’accordo esistente con l’azienda Green Power e l’ipotesi di stipulare una convenzione per la realizzazione di campi sintetici. Affrontato poi il tema del commissariamento della Federazione.

“In gennaio – ha dichiarato Braiati – non è stata fatta una bella figura con la mancata elezione del presidente federale. Il commissariamento è stata la conseguenza. Oggi è stato capito l’errore e si è pronti a trovare una convergenza su una figura condivisa, ma il CONI ha voluto prorogare il commissariamento fino al 10 gennaio. Una decisione che ritieniamo essere ingiusta e per cui la Lega Nazionale Dilettanti, la LegaPro, l’AIC e l’AIA hanno presentato ricorso al Collegio di Garanzia del CONI e, se sarà necessario, saranno pronte ad arrivare fino al TAR. I principi informatori del CONI possono essere recepiti anche da un organismo democraticamente eletto, non solo da un commissario”.

In merito agli allenatori il Presidente Braiati ha dichiarato: “Tra due anni avremo l’obbligo di far sedere in panchina tecnici abilitati fin dalle categorie dei bambini. Ho chiesto la possibilità di istituire corsi in ogni provincia dell’Emilia Romagna, ma mi è stata data la possibilità di prevederne solo in una per la mancanza di docenti.

Aumentato il plafond esentasse per i rimborsi sportivi dilettantistici da 7.500 a 10.000 euro e confermata l’istituzione, presso la LND, di un Centro Studi Tributari, con professionisti del calibro del dottor Caira, accessibile gratuitamente a tutte le Società. Sottolineato, con l’avvento della dematerializzazione, il ruolo centrale del Presidente delle Società Sportive e la possibilità di attribuire funzioni a soggetti specifici: una necessità per quanto riguarda il tema della tutela dei dati personali e sensibili in seguito all’entrata in vigore del nuovo regolamento dell’Unione Europea sulla privacy.

PANCHINA “LUNGA” – Illustrata una interessante novità regolamentare: l’ampliamento della panchina da 7 a 9 giocatori, una proposta facoltativa a cui il CRER ha deciso di aderire. Proposta l’idea, in seguito alla carenza di arbitri in occasione dei tanti tornei organizzati sul territorio, di “istituzionalizzare” la figura del dirigente con funzione arbitrale prevista già da qualche anno.

Attesa, a breve, la pubblicazione di un vademecum sulla sicurezza degli impianti e la disponibilità di una figura di riferimento al servizio gratuito delle società. Confermato il riuscitissimo progetto di consulenza in materia di giustizia sportiva, che sarà ancora tenuto dal Consigliere Regionale Biagio Dragone. Del Vicepresidente Celso Menozzi l’intervento sull’attività agonistica.

Illustrate successivamente dal Presidente Zuccolini anche tre novità arbitrali: la possibilità, previa richiesta delle Società, di fare riunioni con un arbitro, nelle diverse province, in materia di regolamento; la facoltà per gli arbitri di ammonire verbalmente e poi di allontanare dal campo chi fuma in panchina durante la partita; la definizione del tempo di attesa (45′) per un evento eccezionale capace di causare l’interruzione della partita.

Quindi è stata la volta delle domande delle Società. Richiesta la possibilità di istituzione dei playoff in Eccellenza (non accolta); sottolineata la necessità di formalizzare gli accordi precontrattuali con i giocatori a maggiore tutela delle Società, ipotesi tuttavia non contemplata dai regolamenti esistenti; fatta chiarezza su comportamenti, diritti e doveri degli osservatori arbitrali.

Mercoledì alle 20, sempre al Palazzo del CONI e delle Federazioni di Bologna, si replicherà con l’incontro con le Società di Prima Categoria.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.