PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Nina Zilli, offese a Salvini sul palco. La replica “Insulti con soldi pubblici”

Insulti sul palco a Matteo Salvini. Protagonista la cantante piacentina Nina Zilli, in un episodio che nelle ultime ore sta infiammando i social, dove è apparsa anche la risposta del ministro leghista: “Abbiamo una vincitrice per il premio “Furbizia” dell’estate 2018!”. E ancora: “Insultare Salvini con i soldi pubblici? Fatto”.

Secondo quanto riferisce Il Fatto Quotidiano, a scatenare la polemica è stato un video registrato da uno spettatore al concerto della Zilli alla Notte Rosa di Comacchio dello scorso 6 luglio, finito solo poche ore fa sui social di Salvini.

Video in cui l’artista piacentina, alla fine di un’esibizione urla “Fan…. Salvini, evviva i bambini“. Il commento del ministro non si è fatto attendere, con un post pubblicato sulla sua pagina Fb.

Al Corriere.it l’artista ha poi spiegato:”Mi sono fatta prendere dall’enfasi e ho detto quell’insulto. Me ne scuso, forse avrei dovuto dire abbasso, per quanto il vaffa sia stato sdoganato. Ma rimango della mia opinione, non ce la si prende con i bambini e con chi scappa dalla guerra”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da AMX

    Se non ti dichiari apertamente di sinistra, nel mondo dello spettacolo non lavori, quindi ecco che ha avuto un po’ di visibilità e si è garantita qualche invito ad eventi vari.
    Personalmente mi vergogno di avere come compaesani persone così, un artista dovrebbe limitarsi a fare il suo mestiere, ma i sinistroidi sono tutti uguali…