PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

A Parco Raggio la versione restaurata di Faust con musica dal vivo

Più informazioni su

Un evento unico quello in programma domenica 22 luglio a Pontenure (Piacenza) nell’ambito di FilmONfilm 2018, rassegna interamente dedicata alla pellicola cinematografica e all’importanza della conservazione, del restauro e della valorizzazione del patrimonio filmico.

Alle ore 21:30 a Parco Raggio verrà proiettato, nella sua versione restaurata grazie alla Cineteca di Bologna, Faust, pellicola espressionista del 1926 di Friedrich Wilhelm Murnau con Gösta Ekman e Emil Jannings: l’intero film muto sarà musicato dal vivo dai musicisti di Collettivo_21, con il maestro Riccardo Dapelo alla regia elettronica, in una performance appositamente creata per l’evento.

Ultima pellicola diretta da Murnau in patria, prima dello sbarco a Hollywood, è un capolavoro pieno di grandi immagini narrate con grande sapienza. Il film espressionista si basa non solo sul dramma di Goethe, ma si rifà anche a Marlowe e alle antiche leggende tedesche.

La storia di Mefistofele, demone sceso in terra per rubare l’anima a Faust, è ben nota. Per ottenere il suo scopo diffonde la peste sulla Terra e convince Faust a stringere un patto: in cambio della sua anima il dottore riuscirà a guarire le persone dalla malattia e inoltre tornerà giovane e otterrà l’amore della bella Margherita.

Ma è proprio grazie all’amore sofferto per lei che Faust riuscirà a svincolarsi dal patto con il diavolo. In questo film ritroviamo molti dei tratti caratteristici di Murnau, come per esempio la sua sofisticata tecnica di ripresa e di animazione, che conferiscono una straordinaria potenza visiva. Nel suo Faust Murnau esplora i limiti delle possibilità cinematografiche, soprattutto per quanto attiene gli effetti visivi – come le doppie esposizioni.

Film in equilibrio tra espressionismo – che dopo Il gabinetto del dottor Caligari di Robert Wiene (1920) forgia il cinema tedesco – e la pittura romantica, con riferimento ai pittori Caspar David Friedrich e Lovis Corinth, specialmente nelle riprese esterne.

Il Collettivo_21 è un ensemble di musica contemporanea, composto da giovani musicisti interessati a esplorare gli aspetti più coloriti della produzione musicale degli ultimi cento anni. Nato a Piacenza nel 2015, raccoglie artisti provenienti da tutta Italia – e non solo – e vanta già diverse collaborazioni con interpreti e organizzazioni di rilievo internazionale.

I musicisti che suoneranno domenica sono:
Riccardo Dapelo – regia elettronica
Francesco Tagliaferri – chitarra
Lorenzo Di Marco – flauto
Antonio Magnatta – percussioni
Lorenzo Moretto – sax

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.