PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Parla anche piacentino il Disability Pride Italia

Parlerà anche piacentino il “Disability Pride Italia 2018”, evento in programma domenica 15 luglio in Piazza del Popolo a Roma e dedicato alle persone con disabilità “per rivendicare con orgoglio il diritto di avere le stesse opportunità dei normodotati”.

L’iniziativa, patrocinata dal Parlamento Europeo, dall’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) e dall’Ambasciata Britannica, è infatti organizzata dalla “Disability Pride Onlus” in collaborazione con la Fondazione ANMIL (Associazione Nazionale fra Lavoratori Mutilati e Invalidi del Lavoro) Onlus, presieduta da Bruno Galvani.

Il programma prevede alle ore 17.30, il raduno in Piazza Venezia, e precisamente in Piazza Madonna di Loreto, per la grande parata di persone con disabilità ma anche delle loro famiglie, degli amici e dei cittadini che vorranno far sentire la loro vicinanza a questa iniziativa. Durante il corteo, che sfilerà intorno alle ore 18 preceduto da una banda musicale e attraverserà Via del Corso fino ad arrivare a Piazza del Popolo, verranno letti alcuni articoli della Convenzione ONU dedicati ai diritti delle persone con disabilità sottoscritta dal nostro paese e – sottolineano i promotori – “rimasti quasi del tutto inattuati”.

In scaletta, dalle 19, anche le esibizioni di diversi artisti per richiamare l’attenzione sull’evento e accogliere il corteo, con uno spettacolo – diffuso in diretta da RadioItaliaAnni 60, media partner insieme all’Avvenire – fino alle ore 23.30. Alle 23 Bruno Galvani interverrà sul palco di piazza del Popolo e subito dopo sarà proiettato il film cortometraggio del regista piacentino Marco Toscani, che affronta il complesso tema della sessualità/affettività nella disabilità gravissima e che vede protagonista Daniele Ciolli.

“Insieme a Carmelo Comisi, presidente dell’associazione Disdability Pride Onlus – sottolinea il presidente Galvani ad Aimone Spinola, a Dario Dongo, e allo staff Anmil coordinato dalla dr.ssa De Maffutiis, è quasi da un anno che lavoriamo a questa iniziativa, che ha lo scopo di affermare ancora una volta, e noi di Anmil lo stiamo facendo da ben 75 anni, che ci siamo e pretendiamo i nostri diritti, troppo spesso calpestati”.

“Un ringraziamento speciale va a tutti gli artisti che hanno accolto l’appello ad aiutare gli organizzatori a diffondere i messaggi del Disability Pride Italia, il cui obiettivo è di accendere i riflettori sulle problematiche riguardanti il mondo della disabilità, così come accade per le manifestazioni che si svolgeranno contemporaneamente a New York (USA) e a Brighton (UK) per condividere una “festa” accessibile e godibile anche da chi, troppo spesso, viene discriminato per la propria condizione”.

“I dati Istat 2017 ci dicono che attualmente in Italia vengono erogati 1,5 milioni tra assegni ordinari di invalidità e pensioni di inabilità e 3,1 milioni per pensioni di invalidità civile e il nostro è tra gli ultimi in Europa per risorse e servizi: da noi si spendono 438 euro pro-capite annui, meno della media europea (531 euro), lontanissimi dal Regno Unito (754 euro). Solo la Spagna (395 euro) si colloca più in basso del nostro Paese”.

“Ancora più grande – prosegue n è la sproporzione tra le misure erogate sotto forma di benefici cash, ossia di prestazioni economiche, e quelle in natura, ossia sotto forma di beni e servizi. In quest’ultimo caso il valore pro-capite annuo in Italia non raggiunge i 23 euro, cioè meno di un quinto della spesa media europea (125 euro), un importo lontanissimo dai 251 euro della Germania e pari a meno della metà perfino della spesa rilevata in Spagna (55 euro)”.

“Il nostro paese è ancora molto indietro anche sul fronte dell’inserimento lavorativo delle persone con disabilità: ad esempio in Francia, dove il 4,6% della popolazione (una quota simile a quella italiana) ha un riconoscimento amministrativo della propria condizione di disabilità, si arriva al 36% di occupati tra i 45-64enni disabili, mentre in Italia il tasso si ferma al 18,4% tra i 15-44enni e al 17% tra i 45-64enni”.

Tra i vari artisti che si esibiranno durante il concerto, presentato dalla giornalista Luce Tommasi insieme a Stefano De Sando (attore e doppiatore) e Giada Di Miceli (conduttrice radiofonica), ci saranno: Mariella Nava, Rocco Tanica di Elio e le Storie Tese, Mimmo Cavallo, Skuba Libre, Edoardo Vianello, Renzo Rubino e Paolo Vallesi. Interverrà anche la scrittrice Simonetta Agnello Hornby.

Nella foto Bruno Galvani, terzo da destra, in Campidoglio per la presentazione dell’iniziativa

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.