PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pericolo frane per 4300 famiglie piacentine, oltre 4mila ad alto rischio alluvione

In provincia di Piacenza 4mila e 311 famiglie vivono in aree a pericolosità elevata o molto elevata di frane, mentre poco più di 4mila sono esposte ad alto rischio alluvione.

E’ l’ISPRA ad aggiornare la mappa nazionale del rischio nella seconda edizione del Rapporto “Dissesto idrogeologico in Italia”, presentato alla Camera dei Deputati.

IL REPORT INTEGRALE

Da quanto emerge dal report, su 48 comuni del piacentino 30 (il 62,5 per cento) sono interessati da aree sia a pericolosità da frana elevata e molto elevata, che a pericolosità idraulica media, pari una superficie del 40,5% sull’intero territorio.

7983 le persone che risiedono in aree a pericolosità da frana elevata e molto elevata, con 9.814 edifici considerati ad alto rischio (l’11 per cento del totale). Numero che sale considerando le persone che vivono in aree ad elevata pericolosità idraulica, 9.291, mentre sono 139.161 quelle residenti in aree a rischio medio. 3.001 gli edifici ad alto rischio alluvioni.

ITALIA – Nel 2017 è a rischio il 91% dei comuni italiani (88% nel 2015) ed oltre 3 milioni di nuclei familiari risiedono in queste aree ad alta vulnerabilità.

Aumenta anche la superficie potenzialmente soggetta a frane (+2,9% rispetto al 2015) e quella potenzialmente allagabile nello scenario medio (+4%); tali incrementi – spiega il rapporto Ispra – sono legati a un miglioramento del quadro conoscitivo effettuato dalle Autorità di Bacino Distrettuali con studi di maggior dettaglio e mappatura di nuovi fenomeni franosi o di eventi alluvionali recenti. Complessivamente, il 16,6% del territorio nazionale è mappato nelle classi a maggiore pericolosità per frane e alluvioni (50 mila km2).

Quasi il 4% degli edifici italiani (oltre 550 mila) si trova in aree a pericolosità da frana elevata e molto elevata e più del 9% (oltre 1 milione) in zone alluvionabili nello scenario medio.

Complessivamente, sono oltre 7 milioni le persone che risiedono nei territori vulnerabili: oltre 1 milione vive in aree a pericolosità da frana elevata e molto elevata (PAI – Piani di Assetto Idrogeologico) e più di 6 in zone a pericolosità idraulica nello scenario medio (ovvero alluvionabili per eventi che si verificano in media ogni 100-200 anni). I valori più elevati di popolazione a rischio si trovano in Emilia-Romagna, Toscana, Campania, Lombardia, Veneto e Liguria.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.