PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Da Piacenza a Palermo per ricordare la strage di via D’Amelio

Il 19 luglio 1992, alle ore 16:58, una Fiat 126 rubata contenente circa 90 chilogrammi di esplosivo venne fatta esplodere in via Mariano D’Amelio a Palermo davanti al palazzo in cui viveva la madre del magistrato Paolo Borsellino, uccidendo insieme a lui gli agenti della scorta Emanuela Loi, Agostino Catalano, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina, Claudio Traina.

Unico sopravvissuto alla strage Antonino Vullo, che stava parcheggiando la vettura poco distante mentre i suoi colleghi si stringevano, come d’abitudine, attorno al magistrato.

Anche quest’anno, in occasione del 26° anniversario dell’attentato, l’Associazione 100×100 in Movimento sarà presente a Palermo da Piacenza con Emanuela Braghieri, giovanissima attivista, e la presidente Rossella Noviello, dal 17 al 20 luglio.

“Desideriamo onorare i caduti di quel terribile giorno – spiegano – con un loro breve ricordo e l’invito, rivolto ad ogni cittadino di buona volontà, ad osservare un minuto di silenzio alle ore 16:58 di giovedì 19 luglio”.

“Quest’anno – proseguono – è ancora più importante essere presenti per spingere, come società civile, sull’accertamento della verità. E’ infatti di poche settimane fa la conferma, attraverso sentenza di Caltanissetta nel processo “Borsellino quater”, che nella mattanza di Via D’Amelio ci fu depistaggio ad opera di uomini dello Stato. E’ inaccettabile che si resti indifferenti ad una verità così grave”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.