PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Piana di San Martino a Pianello, scoperta una seconda chiesa fotogallery

Ultimo appuntamento, il 9 agosto, per visitare l’area archeologica della Piana di San Martino, sulle colline della Valtidone a Pianello.

Il 9 agosto sarà infatti possibile vedere i progressi negli scavi, alla presenza di Roberta Conversi, funzionario della Soprintendenza di Parma e Piacenza.

L’area della Piana di San Martino è nota da diversi anni, dal 1991 la Soprintendenza insieme all’associazione Pandora ha condotto diverse campagne di ricerca mentre dallo scorso anno, divenute sistematiche dal 2000.

Grazie ai ritrovamenti  sono stati individuati due precisi periodi di frequentazione del sito: una prima fase riconducibile all’epoca pre-protostorica, con testimonianze databili a tutta l’età del Bronzo e alla seconda età del Ferro, e una seconda fase iniziata in età tardoantica e durata per tutto il Medioevo.

Dallo scorso anno, grazie a uno specifico bando pubblicato dalla Soprintendenza, è stato affidato alla ditta piacentina Malena Snc, esperta nel settore, l’incarico di procedere con una fase ulteriore di ricerca più approfondita.

“Il ruolo svolto dai volontari dell’associazione Pandora in questi anni è stato fondamentale – sottolinea Giovanni Rivaroli, della ditta Malena – per preservare l’area della Piana di San Martino. Le due visite in programma con la dottoressa Conversi rappresentano un’occasione unica di assistere a una campagna archeologica ancora in corso. Gli scavi finora eseguiti hanno accertato la presenza di un villaggio medioevale, che testimonia una continuità di vita dal quinto secolo dopo Cristo al quindicesimo secolo”.

“Si tratta di un villaggio di altura, arroccato in un punto di grande visibilità, recintato da un palizzata lignea con insediamenti produttivi come testimoniano i ritrovamenti relativi a una officina di un fabbro, una chiesa e un secondo edificio, sul quale si è concentrata la nostra campagna di scavi, che è stato dedicato ad attività di culto” spiega Rivaroli.

Alla conclusione della campagna di scavi, l’area recentemente recuperata, sarà “coperta”, utilizzando teli speciali e la terra smossa durante i lavori. Tutti i reperti e le informazioni saranno digitalizzate, in attesa di veder autorizzate nuove ricerche nell’area.

L’appuntamento per le visite è fissato alle 15 e 30, del 9 agosto, in piazza mercato a Pianello (vicino ex consorzio agrario all’ingresso del paese), è consigliato un abbigliamento comodo e scarpe da trekking.

Per prenotazioni e informazioni: g.rivaroli@malenasnc.com e associazionepandora@virgilio.it

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.