PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Prende forma la Gas Sales Volley, Fanuli è il nuovo libero

Prosegue a pieno ritmo l’allestimento della nuova Gas Sales Piacenza Volley per il prossimo campionato di A2. Dopo l’annuncio nella giornata di domenica del nuovo allenatore Massimo Botti, arriva ora quello dell’acquisto di Fabio Fanuli nel ruolo di libero.

“Un’altra pedina importantissima per la nostra squadra – la presenta il Dg Zlatanov -, sarà la chiave della linea di ricezione. Dalle sue difese partirà il nostro contrattacco. 
Sono soddisfatto di come, giorno dopo giorno, stiamo riuscendo a costruire questa nuova squadra”.

Mancano ora solo 48 ore alla chiusura del volley mercato: il quartier generale della You Energy Volley si trasferirà a Bologna per chiudere gli ultimi acquisti. Prenderà infatti il via martedì 17 luglio la “tre giorni” finale del Volley Mercato, l’appuntamento che aprirà ufficialmente la stagione 2018/2019 della Serie A e terminerà giovedì 19 luglio con la Presentazione Ufficiale dei Calendari del 74° Campionato di Serie A.

Le Società, i giornalisti e gli addetti ai lavori si ritroveranno al “FICO EATALY WORLD” per chiudere le ultime trattative, partecipare alle attività promosse dalla Lega Pallavolo Serie A e conoscere date ed avversari della prossima stagione.

INTERVISTA A FABIO FANULI

Chi è Fabio Fanuli?
Sono fidanzato da anni con Elisa che mi segue sempre, studio scienze motorie (dovrei essere in dirittura d’arrivo) e studio per diventare allenatore, sono un appassionato di nutrizione, materia in cui vorrei prendere la seconda laurea. Sono maestro di beach volley (altra mia passione) che d’estate diventa un “lavoro” visto che alleno dei gruppi giovanili.

Quando e perchè hai iniziato a giocare a pallavolo?
Mio papà aveva come hobby il volley, giocava e ogni tanto allenava dei gruppi giovanili (primi anni ’90), ma la ragione definitiva per cui ho scelto di iniziare a giocare a pallavolo, abbandonando il basket, è perchè nel ’96 arrivò a Grottaglie (mio paese d’origine), per uno stage di allenamenti, la squadra di serie A di Taranto denominata Magna Grecia. Vedendo quei giocatori, decisi che quella sarebbe stata la mia strada.

In quali squadre e città hai giocato?
Ho giocato per 10 stagioni in A1, ho esordito a Taranto nel 2001 giovanissimo, poi ho giocato 2 anni a Perugia con la vecchia RpA, 2 stagioni a Vibo Valentia, 3 anni ancora a Perugia con la Sir, una stagione a Latina e l’anno scorso a Milano con la Revivre.
 Ho fatto anche un po’ di serie B tra cui Reggio Emilia. Città a cui sono legato visto che è la città della mia compagna di vita.

Quali sono stati i traguardi più importanti della tua carriera da giocatore?
Ho avuto il privilegio di lavorare con molti grandi campioni e tanti maestri di pallavolo, che hanno arricchito il mio bagaglio di esperienze. Questo lo reputo un traguardo. Dal punto di vista prettamente sportivo sicuramente le due finali scudetto (purtroppo è mancata la ciliegina sulla torta) ed aver giocato in tutte le coppe europee vivendo in prima persona il palcoscenico della Champions League.

Qual è secondo te il valore più importante di questo sport?
La rete che ci separa dagli avversari ci pone di fronte al fatto che per risolvere un problema e vincere la partita, non potendo rincorrere gli avversari e ricorrere alla bagarre o alla mischia, bisogna far funzionare la testa e adottare strategie. questo aspetto lo ritrovo in molti aspetti della vita reale.

Gas Sales Piacenza: perchè hai deciso di far parte di questa squadra?
Perchè Max Botti è una di quelle persone di cui parlavo prima, ho avuto il piacere di giocarci insieme per due stagioni, e quando mi ha chiamato sono stato molto felice. In secondo luogo perchè giocare a pallavolo a Piacenza ha un significato particolare, è una piazza storica, ed un giocatore è sempre lusingato quando difende i colori di squadre così. In terza battuta perchè da Piacenza ho la possibilità di portare avanti i miei studi universitari a Milano.

Quali obiettivi vuoi raggiungere nel prossimo campionato?
Premetto che l’A2 è un mondo nuovo per me, credo altresì che, vedendo la squadra che sta allestendo la società, ci sarà da divertirsi…

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.