PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Presenze parlamentari piacentini, Foti e Pisani al 100 per cento

La legislatura nata dalle elezioni del 4 marzo scorso è partita non senza qualche difficoltà. Le Camere hanno iniziato a lavorare da diverse settimane ed è già tempo di fare un bilancio delle presenze in Parlamento dei deputati e senatori.

Le statistiche sono state raccolte da Open Polis, fondazione che si occupa della trasparenza dell’attività dei nostri eletti.

In tema di assenteismo, nei giorni scorsi ha infatti suscitato scalpore l’intervista rilasciata dall’onorevole Mura a La Nuova Sardegna. Il parlamentare sardo del Movimento 5 stelle ha partecipato solamente a 8 votazioni elettroniche su 220 da inizio legislatura, con un tasso di assenteismo del 96,36%. Un primato che ha scatenato una serie di polemiche.

La nostra lente si è concentrata sui parlamentari eletti a Piacenza per capire quanto hanno frequentato le Camere negli scorsi mesi. Tommaso Foti alla Camera e Pietro Pisani al Senato hanno brillato per presenza in Parlamento, collezionando il 100 per cento delle presenze.

La meno presente in aula è stata Paola De Micheli, che tuttavia è giustificata dal ruolo che ricopre di Commissario Straordinario per la ricostruzione del terremoto in Centro Italia: un compito che spesso la porta sui luoghi del sisma e la esenta dalla partecipazione ai lavori parlamentari.

Ecco nel dettaglio le presenze dei parlamentari piacentini:

Pierluigi Bersani – LeU (Camera) 90,95 % di presenze

Elena Murelli – Lega (Camera) 93,21 %

Paola De Micheli – Pd (Camera) 0,99 % di presenze (Commissario straordinario per la ricostruzione del terremoto in Centro Italia)

Tommaso Foti – Fratelli d’Italia (Camera) 100 %

Pietro Pisani – Lega (Senato) 100 %

Nota: Con assenza si intendono i casi di non partecipazione al voto: sia quello in cui il parlamentare è fisicamente assente (e non in missione) sia quello in cui è presente ma non vota e non partecipa a determinare il numero legale nella votazione. Purtroppo attualmente i sistemi di documentazione dei resoconti di Camera e Senato non consentono di distinguere un caso dall’altro.

I regolamenti non prevedono la registrazione del motivo dell’assenza al voto del parlamentare. Non si può distinguere, pertanto, l’assenza ingiustificata da quella, ad esempio, per ragioni di salute.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.