PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Torta di patate De.Co. e la versione dei Grass

Una torta che poi tanto dolce non è; una torta che è riduttivo chiamare in questo modo; una specialità tipica del territorio di Piacenza in una delle sue tante varianti, nato come piatto povero ma così ricco di gusto.

Stiamo parlando della torta di patate, uno splendido connubio di genuinità, tradizione e sapore, velocissimo da preparare e che mette d’accordo tutti, dai piacentini più esigenti ai più semplici, dai “più vissuti” ai più piccini. Tra le varie versioni, quella piacentina ha ottenuto il riconoscimento, a Farini, di De.C.O. (Denominazione Comunale d’Origine).

La storia narra che tale piatto – detto “di riciclo” proprio per la semplicità dei suoi ingredienti – veniva realizzato dai contadini a partire da un attento processo di selezione delle patate più idonee per l’occasione: infatti, le nonne di un tempo, utilizzavano le patate rovinate durante la raccolta e conservavano quelle integre per l’autunno a venire.

Una delle sue versioni, inoltre, prevede l’aggiunta di una spolverata di zucchero – strana combinazione, non credete? – per rendere la torta effettivamente simile ad un dolce. Onore alle nonne, insomma, come riporta PiacenzAntica.

Ecco la ricetta, messa a disposizione dalla Confraternita dei Grass, per realizzare la nostra torta di patate De.C.O. tipica della Valnure.

Lessate 500 grammi di patate – preferibilmente a pasta gialla – , poi pelatele e passatele nello schiacciapatate in modo da formare una purea. Aggiungete una noce di burro quando ancora le patate sono calde, impastate e mescolate bene.

Nel frattempo far soffriggere 1 cipolla – i Grass suggeriscono di aggiungere un po’ di pancetta – in una padella, dopo di che versate il composto di patate e fatelo insaporire insieme a cipolla e pancetta.

Quando il tutto è ben amalgamato aggiungete 1 uovo, mescolate bene e infine insaporite con sale e pepe.
Ora formate la vostra torta salata: dopo aver foderato una tortiera con della pasta brisé (va bene anche quella pronta oppure ancor meglio se avete la possibilità di prepararla con le vostre mani), riempite col composto di patate.

Un’alternativa golosa e filante? Riempire la tortiera per metà livellando bene il composto, aggiungere uno strato di gruviera tagliato sottile (circa 100 grammi) e 150 grammi di prosciutto cotto per poi versare sopra l’altra metà…parola dei Grass!

Infine girate sopra la torta i bordi uscenti della pasta brisé, spolverate con un pizzico di pangrattato ed infornate a 180° per circa 20 minuti.

Ricordatevi di far raffreddare la torta di patate coperta da un panno prima di gustarla…e perché no, magari aggiungete anche una spolverata di zucchero nell’impasto se volete provare la versione dolce!

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.