PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Vino e jazz, il Passion Trio fa tappa alle Cantine Bonelli di Rivergaro

Secondo degli appuntamenti in programma per “Jazz SummerWine”, rassegna nella rassegna, promossa dal Piacenza Jazz Club che, in concomitanza con “Summertime in Jazz”, offre ai suoi estimatori l’abbinamento assai riuscito di buon vino e buon Jazz.

L’obiettivo dichiarato è quello di unire il piacere di ascoltare alcuni degli esponenti più ispirati del panorama musicale locale al piacere di degustare le migliori produzioni delle colline piacentine, con le eccellenze dei vini D.O.C. e D.O.C.G. Tre in tutto sono gli appuntamenti enomusicali serali che vengono ospitate dalle cantine della Val Trebbia.

La seconda di queste serate si svolgerà presso le cantine Bonelli a Rivergaro giovedì 2 agosto alle 21.30. A creare la giusta atmosfera ci penserà il Passion trio. Un vero trio delle meraviglie, quello costituitosi tra il virtuoso pianista bresciano Lino Franceschetti, il bravissimo contrabbassista mantovano Mauro Sereno e lo storico batterista piacentino Emilio Zilioli. Anche il nome del gruppo, “Passion Trio”, rivela l’anima di ciò che accomuna questi tre navigati musicisti: la viscerale passione per il Jazz, lo Swing e l’improvvisazione.

Un repertorio fresco, energico, vitale, nel quale compaiono standard della migliore tradizione jazzistica, suonati con maestria ed esperienza da tre musicisti che di esperienza ne hanno da vendere. Sia Lino Franceschetti che Mauro Sereno sono diplomati nel loro strumento e da decine di anni suonano Jazz nelle più svariate situazioni, dal duo, al combo, alla big band, in club e festival del Nord Italia.

Lino Franceschetti si è diplomato nel 1985 con il massimo dei voti al Conservatorio di Brescia. Successivamente ha frequentato corsi di perfezionamento a Parigi e Bruxelles, partecipando nel contempo a numerosi concorsi pianistici e svolgendo un’intensa attività concertistica. Dal ’90 si è dedicato interamente alla musica jazz, alternando l’attività concertistica all’insegnamento. Si è esibito in importanti festival Jazz tra cui quello dell’Havana (Cuba) nel 1998, ha fatto tournée con Nicola Arigliano e con il prestigioso fisarmonicista Peppino Principe. Numerosissime le sue collaborazioni, con musicisti uno più illustre dell’altro: da Massimo Moriconi a Stefano Bagnoli, passando per Riccardo Fioravanti, Marco Ricci, Gianni Cazzola, Tullio De Piscopo, Paolo Tomelleri, Marco Tamburini, Fabrizio Bosso, Paolo Fresu, Enrico Rava, Gianni Basso e altri ancora.

Mauro Sereno è un contrabbassista fantasioso e dal timing eccezionale. Davvero bravo, anche come docente, suona in formazioni tra le più disparate ed è oggi uno dei contrabbassisti più richiesti nel nord Italia.

Emilio Zilioli ha mosso i suoi primi passi jazzistici negli anni Settanta e ha avuto un mentore d’eccezione: l’indimenticabile Hengel Gualdi. Proprio con Gualdi, Zilioli ha militato per anni, con l’orchestra da ballo che con la big band. Una vera passione quella che lo contraddistingue, anzi potremmo definirlo senza remore un “fuoco sacro” quello che ancora oggi lo spinge a studiare il suo strumento diverse ore al giorno e a suonare in svariati contesti

I concerti e le degustazioni di “Jazz SummerWine” sono completamente gratuiti grazie alle cantine ospitanti e al supporto della Fondazione di Piacenza e Vigevano che sostiene l’intera rassegna. Queste iniziative si fregiano inoltre del patrocinio della Provincia di Piacenza e della Regione Emilia-Romagna.

Tutte le info in tempo reale su www.summertimejazz.it oppure sui social, la pagina www.facebook/summertimeinjazz, il profilo Twitter www.twitter/pcjazzclub e Instagram del Piacenza Jazz Club attraverso l’hashtag #SummertimeInJazz.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.