PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Violenza in viale Dante, Pozzi (Lega) “Bravi carabinieri, ora massimo della pena”

“I carabinieri di Piacenza hanno fatto un ottimo lavoro”.

Anche il commissario provinciale della Lega Nord Corrado Pozzi si unisce al coro delle autorità cittadine nell’elogiare il lavoro compiuto dal nucleo investigativo e dell’aliquota operativa del norm di Piacenza, guidati dal comandante provinciale dei carabinieri, colonnello Corrado Scattaretico, che ha portato all’arresto del criminale che ha stuprato una donna nel suo esercizio commerciale nella notte tra mercoledì e giovedì.

“A nome di tutto il partito – continua Pozzi – mi congratulo con l’Arma per la celerità e la prontezza con cui ha portato a termine un’indagine non facile”.

Oltre ad essere vicino alla vittima, Pozzi si augura che crimini del genere vengano puniti con il massimo della pena prevista: “Non riesco neanche a immaginare il dolore provato dalla donna, ma spero che sia fatta giustizia per portare un po’ di serenità alla vittima”.

«Grazie ai carabinieri, a Piacenza non c’è spazio per i delinquenti»

I parlamentari della Lega al fianco delle Forze dell’ordine. Pisani: «Se quell’uomo sarà ritenuto colpevole l’augurio è che passi un bel po’ di anni in carcere». Murelli: «Appoggio Salvini, castrazione chimica»

(Piacenza, 21 lug. 2018) – «I criminali devono capire che a Piacenza non troveranno mai terreno fertile. Chi delinque sarà ricercato, preso, processato e condannato. E a dimostrarlo c’è la bellissima operazione dei carabinieri che in poco più di una giornata hanno catturato l’uomo che avrebbe sequestrato e violentato la povera barista cinese, a cui auguriamo di riprendersi presto. Ancora una volta ringraziamo loro e tutte le Forze dell’ordine».

Lo hanno dichiarato i parlamentari della Lega, Elena Murelli e Pietro Pisani. Murelli ha aggiunto che «da donna appoggio la castrazione chimica come ha detto Salvini.»

«Se l’uomo arrestato sarà ritenuto colpevole – concludono Murelli e Pisani – auspichiamo pene severissime e un lungo periodo in carcere. Sanzioni dure e senza sconti potrebbero far riflettere chi pensa di scagliarsi contro le donne, picchiandole o violentandole».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.