PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ago da calza e funghi della Valtrebbia, ecco i maccheroni alla bobbiese

Da sempre il nostro territorio ci regala tradizione e cose buone, ormai si sa.

Oggi per non farci mancare niente parliamo di entrambe le cose, assemblate in un’unica ricetta, rigorosamente di origine bobbiese: realizzati con l’ago da calza – sì, quello strumento con cui le nostre nonne lavoravano all’uncinetto e con cui si lavora ancora oggi – i maccheroni alla bobbiese in sugo di funghi – sono un piatto cardine che, se non avete ancora assaggiato, dovreste assolutamente provare a farlo. Oppure potreste realizzarlo voi.

Ecco la versione della Confraternita dei Grass.

Per i maccheroni, lavorate accuratamente 500 grammi di farina 00, 2 uova e 1 noce di burro: se necessario aggiungere acqua tiepida quanto basta. Lasciate riposare l’impasto per 30 minuti e nel frattempo procedete con la preparazione del sugo.

Dopo un soffritto con olio, burro e cipolla, fate rosolare i vostri funghi secchi – della nostra Valtrebbia, naturalmente! – precedentemente ammollati. Fate sfumare con del vino bianco, un trito di prezzemolo e rosmarino, sale, pepe e pomodoro, dopo di che lasciate cuocere per 45 minuti.

Ora potete tornare ai vostri maccheroni: preparate delle strisce rotonde e tagliatele a dadini. Prendetene due e avvolgeteli alle estremità dell’ago da calza, poi con il palmo della mano allungate fino ad ottenere i maccheroni lunghi circa 10 centimetri. Sfilateli e lasciateli asciugare.

Il vostro primo piatto è quasi pronto: dopo aver lessato in acqua la vostra pasta casalinga unitela al sugo, scaldate tutto per un minuto circa – per far assorbire il sugo alla pasta – e infine servite. Buon appetito!

La foto allegata all’articolo è tratta dal sito internet dell’associazione Strada dei vini e dei Sapori dei colli Piacentini

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.