PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Da Bach a Chopin, applausi in San Colombano per il recital di Davide Ridella foto

Più informazioni su

San Colombano, ore 21:15. Di fronte al magnifico coro ligneo realizzato nella seconda metà del 400 da Domenico da Piacenza, spicca la sagoma scura di un pianoforte a coda che, grazie alle luci della navata principale della basilica, e allo sfondo meno illuminato del presbiterio, assume un’aria a dir poco eterea.

Davide Ridella inizia il recital che apre la rassegna “Bobbio Classica” con il suo autore prediletto, quello per il quale è considerato un vero e proprio specialista a livello internazionale: Bach. Le note della Toccata In Mi minore BWV 914 iniziano ad attirare l’attenzione del pubblico preparandolo all’arrivo della vivacissima fuga a 3 voci, che il maestro esegue in maniera impeccabile.

Segue la Sonata in Mi bemolle Maggiore H. XVI n. 49 di F. J. Haydn – uno dei cavalli di battaglia di Alfred Brendel – ancora una volta eseguita con coerenza stilistica e profonda maturità musicale. Dopo una breve pausa, il pubblico rimane sorpreso: il bellissimo organo Cavalli inizia a suonare le note della maestosa Ciaccona di L. Couperin che, grazie alla sua forza e al suo carattere deciso, irrompe con assoluta fermezza nella memoria musicale dell’ascoltatore, ancora intento a percorrere le sublimi linee melodiche dell’adagio di Haydn.

Alla fine, dopo un lunghissimo applauso, Ridella esegue l’opera nº 9 di Chopin regalando a tutti minuti di assoluta libertà spirituale.

L’effetto è a dir poco sublime: il silenzio che si viene a creare tra l’ultimo arpeggio e l’applauso del pubblico, sottolineano la disarmante capacità che questo Pianista ha di entrare nella testa e nel cuore del suo pubblico.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.