PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Eventi pubblici e sicurezza, importante la collaborazione. A Piacenza il sistema funziona”

Nel giugno 2017 , a seguito degli eventi di Torino in occasione della proiezione della finale di Champions League, il Prefetto Gabrielli emanò una circolare con importanti prescrizioni in tema di safety e security negli eventi pubblici.

Lo scorso 18 luglio è stata poi diramata dal ministero dell’Interno la direttiva sulle misure di safety da adottare in occasione di pubbliche manifestazioni ed eventi di pubblico spettacolo, che ricompone in un quadro unitario le precedenti linee di indirizzo.

Ma come devono comportarsi gli organizzatori e i sindaci dei territori che ospitano manifestazione e iniziative? Di questo si è parlato martedì mattina in Provincia nel corso di un incontro, aperto ai primi cittadini e al quale hanno preso parte i rappresentanti delle forze dell’ordine, per fare il punto e fornire utili indicazioni per garantire livelli di sicurezza adeguati al contesto e al rischio del singolo evento.

“Si tratta di linee guida con le quali si disciplinano in modo specifico manifestazioni con particolari peculiarità e criticità – spiega il questore Pietro Ostuni -. Nel caso in cui il sindaco riceva una comunicazione da parte di un organizzatore e si renda conto che l’evento è complesso e articolato, ad esempio per il numero di partecipanti, per il luogo o le modalità di svolgimento, può interessare il comitato per la sicurezza e l’ordine pubblico presieduto dal Prefetto che esaminerà e valuterà le misure di sicurezza predisposte, integrandole se necessario”.

“Quando ci si trova davanti ad un evento con profili di criticità è quindi importante avvisare la Prefettura e il comitato che prenderanno in esame il singolo caso: fondamentale è l’interazione con gli amministratori – sindaci in primo luogo – e tutte le forze di polizia. Qui il sistema funziona, esiste un livello di coordinamento che definirei eccellente, e le manifestazioni sono state gestite senza grossi problemi”.

“In questo anno – ricorda il questore – ci siamo confrontati continuamente non solo con i sindaci, ma anche con i comandanti delle polizie locali e gli organizzatori: assicuriamo sempre da parte nostra la massima disponibilità”.

“Le direttive – specifica il vice prefetto vicario Leonardo Bianco – non hanno cambiato le norme in materia, ma si è voluto richiamare l’attenzione di organizzatori e Comuni su alcuni aspetti della sicurezza spesso non considerati nel modo giusto”.

“Sul nostro territorio si svolgono principalmente piccole o medie manifestazioni, che devono comunque essere oggetto di attenzione e necessitano di misure di sicurezza: per questo le linee guida, con cui si precisano meglio alcuni aspetti e alcune competenze, sono state diramate a tutti i Comuni e associazioni”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.