PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Nuovi treni e biglietteria, le richieste alla Regione dei pendolari della Valdarda

Sabato scorso 28 luglio si è tenuto a Fiorenzuola, presso la Sala dell’Orologio del municipio, l’incontro tra le Associazioni Pendolari del territorio piacentino, Associazione Pendolari Piacenza e Associazione Pendolari Valdarda e i rappresentanti piacentini del Consiglio Regionale e del Comune di Fiorenzuola d’Arda per preparare un prossimo incontro con l’Assessore Regionale ai Trasporti dell’Emilia Romagna, Raffaele Donini.

I temi all’ordine del giorno sono stati: la situazione della biglietteria della stazione di Fiorenzuola d’Arda in merito alla ventilata ipotesi di soppressione; il rinnovo del materiale rotabile previsto da piano industriale 2018-19; la richiesta di un tavolo tra Regione Emilia Romagna e Lombardia per affrontare i temi di un trasporto che non è solo regionale ma è anche e soprattutto rivolto a Milano; rapporto con Trenitalia nazionale.

Riguardo alla biglietteria della stazione di Fiorenzuola d’Arda, in merito alla ventilata ipotesi di soppressione, l’Associazione Pendolari Valdarda chiede “un accesso ai dati”. In particolare si chiede di “valutare come utili alla funzionalità della biglietteria non solo il numero di biglietti emessi nel corso di 12 mesi, ma anche il volume passeggeri derivante anche da altri canali differenti dal biglietto emesso in biglietteria (es. abbonamenti, acquisti online)”.

Sul nuovo materiale rotabile previsto da piano industriale delle Ferrovie 2018-19 è stata espressa la necessità di “maggiori chiarimenti, informazioni e il coinvolgimento delle associazioni. Si chiede un dettaglio dei tempi di messa in circolazione dei nuovi convogli, delle tratte interessate e delle tipologie di treni che entreranno in circolazione per capire la rispondenza alle esigenze di comfort e dimensionamento”.

E’ stato inoltre chiesto un tavolo tra Regione Emilia Romagna e Lombardia per affrontare i temi di un trasporto “che non è solo regionale, ma è anche e soprattutto rivolto a Milano”. Si chiede un “maggiore coordinamento tra le due regioni, in particolare nella stesura degli orari e della frequenza treni, nonché di scelte che spesso, fatte da una Regione, impattano anche sull’altra”.

Quanto al rapporto con Trenitalia nazionale, l’Associazione Pendolari Piacenza chiede “un canale di contatto con Trenitalia nazionale in virtù di un pendolarismo che non riguarda solo i treni oggetto di contratto di servizi,o ma anche treni come i Frecciabianca, ampiamente utilizzati dai pendolari delle principali città emiliane, e rispetto ai quali non sempre il flusso di informazioni è tempestivo e chiaro”.

“Il mantenimento e il rafforzamento di questo ordine di treni – viene sottolineato – è importante oltre che per garantire la possibilità di avere un servizio, a mercato, di maggior qualità, anche per evitare un’eccessiva congestione sulle linee regionali”. Entrambe le Associazioni chiedono infine “l’accesso al sistema di controllo di qualità di Trenitalia spesso poco chiaro”.

All’incontro erano presenti: S. Maltese (Presidente Associazione Pendolari Valdarda), F. Turci (Consigliere Associazione Pendolari Valdarda), D. Narcisi (Consigliere Associazione Pendolari Valdarda) M. Braghieri (Presidente Associazione Pendolari Piacenza), U. Fantigrossi (Vice Presidente Associazione Pendolari Piacenza), Luca Tosi (Consigliere Associazione Pendolari Piacenza), R. Gandolfi (Sindaco Comune di Fiorenzuola d’Arda), P. Pizzelli (Vice Sindaco Comune di Fiorenzuola d’Arda), A. Pezzani (Presidente Consiglio Comunale Fiorenzuola d’Arda), G. Tagliaferri (Consigliere Regionale), M. Rancan (Consigliere Regionale).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.