PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Via Roma e stazione, prorogati i divieti agli esercizi. Esenti le botteghe storiche

Il sindaco di Piacenza Patrizia Barbieri ha firmato stamani l’ordinanza con cui si dispone la proroga, sino al 24 settembre, delle limitazioni attualmente in vigore nel quartiere Roma e nella zona della stazione ferroviaria, riguardanti gli orari di apertura delle attività commerciali nonché, da mezzogiorno alle sette del mattino successivo, la vendita per asporto e il consumo in luoghi pubblici di bevande in contenitori di vetro, o alcolici in qualsiasi genere di contenitore.

“Abbiamo integrato in un unico provvedimento – spiega il primo cittadino – le due ordinanze emanate nelle scorse settimane, entrambe adottate, come consente la normativa nazionale, in via sperimentale e per un periodo di tempo circoscritto: avevano scadenza il 26 agosto e la scelta dell’Amministrazione è stata quella di prolungarne la validità per ulteriori trenta giorni, proseguendo nell’azione capillare di contrasto al degrado e ai comportamenti incivili che ne sono causa.

Nel contempo, abbiamo voluto sottolineare il ruolo che determinati esercizi rivestono per una positiva rivitalizzazione del quartiere, prevedendo la possibilità, per le attività che abbiano ottenuto il riconoscimento di bottega storica, di restare aperte sino alle 24”.

L’obbligo di chiusura alle 21 per le attività commerciali e artigianali, alimentari e non – con facoltà di protrarre l’apertura serale sino alle 24 per gli esercizi autorizzati alla somministrazione di alimenti e bevande, oltre che per le botteghe storiche – resterà quindi in vigore sino al 24 settembre.

Lo stesso per il divieto di vendita per asporto e somministrazione di bevande in contenitori di vetro, nonché di alcolici in qualsiasi tipo di recipiente, per tutti i commercianti con attività in sede fissa o su aree pubbliche, laboratori artigianali, esercizi di ristorazione, bar e caffetterie, circoli privati, discoteche e analoghi locali, nonché per i punti vendita con distributori automatici.

L’area urbana di riferimento comprende piazzale Marconi, piazzale Roma, via Abbadia, via Abbondanza, via Alberoni, via Benedettine, via Bracciforti, via Capra, via Crescio, via dei Mille, via Giarelli, via Guastafredda, via La Primogenita, via Madoli, via Mignone, via Neve, via Pantalini, via Pozzo, via Prati, via Roma, via San Corrado Confalonieri, via Sansone, via Scalabrini, via Tibini, via Torricella, via Trebbiola, via Valmagini, viale Il Piacentino, viale Sant’Ambrogio (sino al civico 19) e vicolo San Paolo.

Dal provvedimento è esclusa la somministrazione di bevande e alcolici al banco o al tavolo all’interno degli esercizi, nonché negli spazi esterni occupati in concessione, mentre resta sempre vietato – negli orari e nelle strade citate – il fenomeno del bivacco e il consumo di alcolici (in qualsiasi genere di contenitore) o di bevande in contenitori di vetro, come previsto dal Regolamento comunale di Polizia urbana. Il mancato rispetto dell’ordinanza comporterà una sanzione di 500 euro e, in caso di reiterazione o di particolare gravità dei fatti contestati, potrà conseguirne la sospensione dell’attività.

“I controlli – ribadisce il sindaco Patrizia Barbieri – saranno rigorosi, come lo sono stati in questa prima fase di applicazione dei divieti; colgo l’occasione per ringraziare la Polizia Municipale e le Forze dell’ordine per l’impegno costante e il lavoro svolto in tal senso in queste settimane, tutelando il diritto dei cittadini alla sicurezza e a un contesto di decoro urbano che non può essere sistematicamente violato”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.