PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sulle orme di Annibale a Cerreto con l’Appennino Festival

Per seguire le tracce di Annibale l’Appennino Festival conduce nel comune più piccolo della provincia a due passi dal confine col Piemonte.

A Zerba, o più precisamente nel piccolissimo e suggestivo borgo di Cerreto, la manifestazione dedicata alla cultura delle Quattro Province diretta artisticamente da Maddalena Scagnelli approderà giovedì 16 agosto per cercare le tracce di Annibale: lo farà con un evento che si intitola appunto “Sulle tracce di Annibale in Val Boreca” e che si svolgerà a Tartago e a Cerreto nel comune di Zerba.

Alle 14.45 è in programma il ritrovo a Tartago per l’inizio della camminata che porterà anche a visitare la frazione di Belnome prima del rientro a Tartago: il trekking sarà guidato da Francesco Magistrali, camminatore esperto e appassionato degli Appennini e delle sue storie, ma anche delle giungle tropicali d’Oltreoceano in cui si è più volte avventurato e che verranno quindi raccontate nel corso della camminata insieme alle vicende legate ad Annibale e ai monti naviganti.

Tornando invece a Tartago, proprio lì, alle 18.30 è in programma un concerto del gruppo Enerbia intervallato da una serie di letture di brani di Tito Livio dedicati alla battaglia della Trebbia che vedranno intervenire Margherita Rettagliata, Maddalena Scagnelli e Nicola Rulli per l’accompagnamento musicale.

Alle 21 infine la giornata si chiuderà a Cerreto con i balli proposti dal duo composto da Franco Guglielmetti alla fisarmonica e Gabriele Dametti al piffero, non prima però di avere cenato all’Osteria La S’cianza di Zerba (è consigliata la prenotazione così come per la camminata è consigliabile segnalare la propria presenza al numero 3332040432).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.