PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Taglio della prefettura di Piacenza dal 2019? Al Viminale ci ripensano

Più informazioni su

Entra in vigore il primo gennaio 2019 la riforma della Pubblica Amministrazione dell’ex ministro Madia che impone il taglio di 29 Prefetti dall’organico del Ministero dell’Interno. Tra le prefetture da eliminare c’era anche quella di Piacenza, ma con ogni probabilità non accadrà.

L’orientamento del Ministro dell’Interno Matteo Salvini, che ha fatto riferimento al ruolo delle “prefetture al servizio del territorio e dei sindaci”, sarebbe infatti quello di procedere al riordino degli uffici senza toccare i presidi sul territorio.

Una svolta non da poco visto che la Lega aveva fatto della soppressione delle prefetture una sua battaglia politica storica.

Secondo fonti romane, al Viminale la domanda che ci si pone principalmente è adeguarsi alla riforma Madia, tagliando al centro o in periferia?

Il numero complessivo dei Prefetti si aggira attualmente fra i 145 e i 170. Per evitare il blocco delle assunzioni, la riduzione del numero dei Prefetti prevederà intanto il taglio al Viminale di cinque dipartimenti: Libertà civili, Pubblica sicurezza, Affari interni e territoriali, Personale e Soccorso pubblico.

Seguirà con ogni probabilità la sforbiciata al numero dei Prefetti fuori ruolo e a quelli destinati alla Polizia di Stato, che dagli attuali 17 scenderebbero a 13.

In questo modo sarebbe scongiurata la ventilata chiusura di ben 23 Prefetture: Teramo, Chieti, Vibo Valentia, Benevento, Piacenza, Pordenone, Rieti, Savona, Sondrio, Lecco, Cremona, Lodi, Fermo, Isernia,Verbano-Cusio-Ossola, Biella, Oristano, Enna, Massa-Carrara, Prato, Rovigo, Asti e Belluno.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.