PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Carabiniere aggredito al corteo, ascoltati cinque testimoni foto

Spiegamento di forze dell’ordine in Tribunale a Piacenza per la nuova udienza del processo, con rito ordinario, a Giorgio Battagliola e Lorenzo Canti, accusati di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali nei confronti del brigadiere dei carabinieri Luca Belvedere, ferito durante il corteo antagonista del pomeriggio di sabato 10 febbraio 2018.

Lo scorso 15 maggio il giudice Gianandrea Bussi aveva accolto la richiesta del Comune di costituirsi parte civile, mentre il 24 luglio in aula erano stati ascoltati diversi testimoni, tra dirigenti della questura e ufficiali dei carabinieri impegnati durante la manifestazione sul campo per la gestione dell’ordine pubblico.

Testimonianze attraverso le quali era stato ricostruito, fase dopo fase, quanto accaduto durante il corteo poi sfociato negli scontri culminati con il ferimento del carabiniere.

Il terzo imputato, l’egiziano di 23 anni Moustafa Elshennawi, è stato invece già condannato a 4 anni e 8 mesi con il rito abbreviato.

La sfilata dei teste è proseguita nell’udienza del 6 settembre, durata circa due ore, alla presenza anche dei due imputati e dei rispettivi legali difensori; prima hanno parlato due testimoni dell’accusa, entrambi presenti quel giorno al corteo; un carabiniere, al quale sono stati mostrati anche frammenti di video (in cui a più riprese ha riconosciuto il Battagliola) e un fotografo free-lance, colpito da un sasso al volto durante gli scontri in via S. Antonino.

Per la difesa hanno parlato invece un amico del Battagliola (che però non aveva preso parte alla manifestazione), una videomaker di Torino (a Piacenza per il corteo) e in ultimo un amico del Canti, a sua volta nel corteo.

L’ascolto dei testimoni proseguirà nella prossima udienza, fissata per il 25 settembre.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.