PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Amichevole convincente per i Lyons contro Colorno (19-7)

Più informazioni su

Lyons – Colorno 19-7

Lyons: Efori, Boreri, Subacchi, Mori, Bruno, Via G., Coplani, Lekic, Tarantini, Bance, Cissè, Grassi, Salerno, Rollero, Grassotti. A Disp: Cantù, Greco, Borghi, Benelli, Bedini, Della Ragione, Via A.
Colorno: Bronzini, Terzi, Castagnoli, Piccioli, Papa, Ceresini, Lucchin, Caselli, Oghittu, Borsi, Da Lisca, Fiume, Buondonno, Singh. A Disp: Datola, Sito Alvarado, D’Apice, Minari, Perrone, Boccarossa, Sarto, Modoni

Tabellino: Mt Buondonno Trasf. Ceresini; Mt Cissè trasf. Via G.; mt Mori; Mt Tarantini trasf. Via G.

Una prova convincente per la Sitav Rugby Lyons, coronata da un successo di prestigio nell’amichevole di lusso di questo precampionato contro il Rugby Colorno, una delle squadre che contenderanno ai bianconeri la promozione in Top 12.

Al Beltrametti partenza subito forte del Colorno, con Lyons che non riescono a uscire dalla propria metà campo per diversi minuti, nonostante una buona azione in contrattacco di Efori. Dopo una palla persa malamente da touche Colorno ha un’ottima occasione di attacco con un calcio di punizione sui 5 metri, che viene trasformato in meta di maul dalla squadra parmigiana con il tallonatore Buondonno che può finalizzare il lavoro di tutta la mischia, portando il risultato sullo 0-7 dopo la trasformazione di Ceresini.

Ma i Lyons sono scesi in campo con ottimo spirito e sono pronti a reagire: è ancora Efori a suonare la carica per i Leoni piacentini, ma al momento del passaggio decisivo spreca una buona occasione di meta con un passaggio in avanti. Sulla mischia successiva dominio del pack bianconero che ruba palla in spinta ed ha una grande opportunità di segnare, sprecata praticamente sulla linea di meta da un avanti di Grassi.

Il Colorno prova a riportarsi in avanti, ma arrivati alla linea dei 22 grande lavoro della difesa dei Lyons che forza il turnover. I Lyons possono finalmente macinare gioco e su una mischia in zona avanzata una fiammata improvvisa di Lekic propizia la meta di Cissè dopo un grande riciclo praticamente sulla linea di meta da parte del giovane terza linea bianconero. La trasformazione di Via porta la partita in parità. Il Colorno prova subito una reazione e trova un po’ impreparati i Lyons, ma sulla linea di 5 c’è un fantastico intercetto di Efori che ruba la palla e sulla metà campo serve Mori che può involarsi in meta per il primo vantaggio bianconero nella partita, non arrotondato da Via dalla piazzola. Un uno-due micidiale che però non colpisce definitivamente il Colorno che si riversa di prepotenza nella metà campo bianconera, anche grazie alla troppa indisciplina da parte dei Lyons, ma sulla touche decisiva allo scadere del primo tempo è Cissè a rubare palla e consegnare ai bianconeri il vantaggio all’intervallo.

Inizio del secondo tempo spezzettato con tanti errori da una parte e dall’altra, fino a un ottimo break di Bruno e del neoentrato Della Ragione, che riporta l’azione nell’area dei 22 biancorossa. La formazione parmigiana riesce a rubare palla ma non ad allontanare la minaccia, complice la mischia dei Lyons che sale in cattedra asfaltando gli avversari ad ogni occasione, senza però arrivare a segnare la marcatura che porterebbe al break di vantaggio. Il Colorno può così portarsi in attacco, ma una buona azione al largo viene vanificata da un avanti nei 22 metri bianconeri. Dopo una prolungata fase di gioco a centrocampo i Lyons guadagnano un calcio di punizione e riescono a sfruttare alla perfezione una touche in zona offensiva con un gran buco di Tarantini che va in meta in mezzo ai pali.

I Lyons sentono che la situazione è favorevole e provano a spingere sull’acceleratore. È Alessandro Via a trovare il varco giusto e riportare l’azione in zona d’attacco con il sostegno di Mori. Nei minuti finali si assiste ad una prolungata frase offensiva bianconera che però non porta a marcature, con l’occasione migliore sprecata da un avanti di Lekic proprio allo scadere, e così il risultato rimane fossilizzato sul 19-7.

Dopo la prova non esaltante di domenica scorsa Coach Emanuele Solari può sorridere: “Oggi voglio solo dare messaggi positivi ai miei uomini che hanno disputato una grande partita contro un avversario di livello, al netto delle assenze che c’erano da entrambe le parti. L’atteggiamento rispetto all’amichevole col Parabiago è stato diverso, i giocatori avevano più voglia e hanno messo in campo una grande prova di squadra. Devo prima di tutto complimentarmi con i nostri giovani del vivaio che in questo precampionato mi stanno mettendo in seria difficoltà, in senso positivo, riguardo ad alcune scelte: in particolare Lekic, Giovanni Via ed Efori oggi sono stati bravissimi e non hanno fatto sentire le assenze pesanti di Guillomot e Masselli, che abbiamo tenuto a riposo in via precauzionale ma saranno in campo tra due settimane per l’esordio stagionale.”

Solari spera in queste due settimane di recuperare alcuni giocatori chiave oggi a riposo: “Oggi eravamo in 22 a foglio gara a causa di indisponibilità e lievi infortuni di questo inizio di stagione. Uno degli obiettivi delle prossime due settimane di scarico è quello di fare rientrare più uomini possibili, vista soprattutto la coperta corta in prima linea per cui devo fare i complimenti a Cantù e Borghi per aver sopperito alle assenze. Nonostante i nostri numeri abbiamo battuto una delle favorite alla promozione che aveva a disposizione trenta giocatori, praticamente due squadre complete. Questo a dimostrare che il lavoro sull’atteggiamento e sull’amalgama di squadra che abbiamo fatto in settimana ha dato i suoi frutti. E se tutti i ragazzi stanno bene di fisico e di testa io ho l’imbarazzo della scelta per la formazione e loro sono praticamente inarrestabili in campo.”

Il countdown per la prima di campionato è sempre più breve, e tra due settimane esatte i Lyons scenderanno in campo a Parabiago per la prima stagionale nel campionato di Serie A, e ci arriveranno con ottime certezze dopo la partita di oggi.

 

Caimani Del Secchia – Lyons 56-12

Lyons: Rossi, Tasha, Di Lucchio, Cavanna, Rattotti, Spezia, Dal Capo, Basilico, Petrusic, Canderle, Hoxha, Cazzarini, Groppelli, Ceresa, Groppi. A disp: Atanasov, Seccaspina

Tabellino: Primo tempo: mt Caimani Trasf.; meta Petrusic trasf. Rossi; mt Caimani; mt Caimani; mt Rattotti; mt Caimani trasf.; mt Caimani. Secondo Tempo: mt Caimani; mt Caimani, mt Caimani; mt Caimani; mt Caimani trasf.

Sabato 29 settembre la Seconda Squadra allenata da Simone Bossi ha disputato la sua ultima amichevole precampionato, fornendo una buona prestazione dal punto di vista della voglia e dell’aggressività in casa dei Caimani del Secchia, formazione cadetta del Rugby Viadana che milita in Serie B. I giovani leoni hanno tenuto testa a un avversario fisicamente più pronto per 50 minuti, mettendo in campo grande aggressività e attenzione decisiva, finché le energie non sono terminate a causa della mancanza di cambi (i Lyons avevano solo due uomini in panchina, mentre i Caimani disponevano di una panchina completa) e della durezza della partita.

Soprattutto nel primo tempo i bianconeri hanno fornito una prestazione convincente, dando continuità alle prestazioni messe in campo nelle altre amichevoli, nonostante una partenza shock con due errori banali sul primo pallone disponibile che hanno portato alla prima marcatura avversaria praticamente a freddo. Ma la reazione dei Lyons non si è fatta attendere, con Petrusic a sfruttare lo spazio creato da Di Lucchio per andare in meta e riportare la partita in parità. Il primo tempo è stato particolarmente piacevole, con le squadre che non si sono risparmiate e la meta di Rattotti a rispondere alle segnature dei neroverdi per rimanere a contatto. Buona prova soprattutto per il pack dei Lyons, che ha messo in difficoltà una mischia più pesante e ha fornito buone piattaforme di attacco ai trequarti.

Nel secondo tempo purtroppo la stanchezza si è fatta sentire e i Lyons si sono dovuti praticamente solo difendere, subendo 5 mete e non riuscendo mai a risalire il campo in maniera insidiosa. L’allenatore Simone Bossi può comunque dirsi soddisfatto: “Sul piano dell’atteggiamento non posso dire nulla ai miei ragazzi, hanno fatto una partita di grande intensità e agonismo, quello che forse ci era mancato di più nelle altre amichevoli. Sappiamo cosa dobbiamo lavorare e in vista della prima di campionato ci concentreremo soprattutto sull’organizzazione di gioco che dobbiamo ancora perfezionare, ma è normale a questo punto della stagione.”

Un pensiero poi per Hoxha, vittima di un brutto infortunio: “Sono molto dispiaciuto perché probabilmente la sua stagione è già finita. È un ragazzo giovane,che fa tanti sacrifici e su cui sappiamo di poter lavorare ma che dà già buone garanzie. In seconda linea avevamo già poche scelte, ora la nostra rosa è ancora più corta.”

Ora si prospettano due settimane di lavoro intenso per i giovani leoni che sono attesi dal debutto in campionato il 14 ottobre a Monza. La rincorsa alla tanto sognata promozione è già cominciata.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.