PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Didattica innovativa, studenti del Politecnico nei vigneti di Vigolzone

Approcci didattici sempre più innovativi. Al via  martedì 25 settembre con queste finalità il nuovo progetto del Politecnico sposato dalla Coldiretti di Piacenza e dalle Cantine Romagnoli che coinvolge gli studenti di architettura del “Master of Science in Sustainable Architecture and Landscape Design” del polo piacentino.

Questa mattina il seminario al Campus “The landscape in the vineyard” (Il Paesaggio nei vigneti) ha permesso di illustrare in dettaglio a una folta platea di studenti e docenti la collaborazione, grazie alla quale i ragazzi- suddivisi in gruppi di 30-40 – potranno svolgere sopralluoghi direttamente nei vigneti dell’azienda Romagnoli di Villò di Vigolzone per definire le aree tematiche per lo studio dei paesaggi.

Verrà approfondita la geologia del territorio della Valnure e nello specifico dei vigneti, con lavori topografici e cartografici.

Oggi, ad accogliere gli studenti, c’era anche Coldiretti con il delegato provinciale dei Giovani Davide Minardi, che ha fotografato – numeri alla mano- la realtà vitivinicola piacentina, che si estende su 5.500 ettari di vigneti.

“Ho spiegato – afferma – quanto i vigneti siano fondamentali ed arricchiscano non solo l’agricoltura, ma anche lo stesso paesaggio. Ho evidenziato la loro importanza per contrastare il grave problema dello spopolamento che al contrario alza i rischi di dissesto idrogeologico e quindi porta alla distruzione del paesaggio”. Minardi, incalzato dalle domande degli studenti, ha fornito uno spaccato dell’attività che svolge Coldiretti Piacenza sul territorio, non solo nel settore vitivinicolo, ma nella valorizzazione di tutte le produzioni piacentine, anche attraverso i mercati contadini di “Campagna Amica”

Il progetto “The landscape in the vineyard” è curato dai docenti Alessandro Bianchi, Floriana Pergalani, Enrique Pessoa, Matteo Poli, Sara Protasoni (coordinatrice), Laura Scesi, Giovanna Sona e si inserisce nel programma avviato dal Politecnico con l’obiettivo di rinnovare e rendere più incisive le diverse forme didattiche offerte nei vari corsi di studio.

L’approccio proposto coniuga le conoscenze specifiche dell’architettura del paesaggio (che mettono in campo gli strumenti necessari per il progetto alle diverse scale degli spazi aperti tra natura e artificio) con alcune competenze specifiche delle scienze agronomiche e del mondo della produzione agricola rappresentato da Coldiretti Piacenza.

Coldiretti Piacenza continua quindi a intensificare la propria presenza nelle scuole. Il progetto di “Educazione alla Campagna Amica” – che coinvolge ogni anno 3mila studenti piacentini – continua a crescere con l’obiettivo di far incontrare il mondo della scuola e l’agricoltura, sensibilizzando i giovani ai valori della sana alimentazione, della tutela ambientale e dello sviluppo sostenibile e quindi del territorio come luogo di identità e di appartenenza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.