PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La ricchezza della con-divisione: ad Assisi il convegno di Africa Mission foto

Più informazioni su

“Annunciare: la vera ricchezza è la con-divisione”: è questo il titolo del 44° convegno di Africa mission – Cooperazione e Sviluppo che si è svolto nelle giornate del 7-8-9 settembre ad Assisi, presso la Domus Pacis. 

I partecipanti, circa 80, arrivati nella serata di venerdi da diversi luoghi d’Italia (Piacenza, Pavia, Treviso, Varese, Pesaro, Urbino, Fabriano, Foggia, Benevento, Procida), hanno incontrato l’ospite mons. Domenico Sigalini, assistente ecclesiastico generale dell’Azione Cattolica Italiana e segretario della Commissione episcopale per le Migrazioni della CEI. Un incontro informale e di conoscenza in vista della giornata di sabato, dove si sono aperti i lavori con i saluti di don Maurizio Noberini, presidente di Africa Mission, di Carlo Antonello, presidente di Cooperazione e Sviluppo e di Carlo Ruspantini, direttore generale del Movimento.

Dopo i saluti ai partecipanti, la proiezione del servizio della giornalista Rai, Anna Paola Ricci, andato in onda su TVsette, speciale del Tg1, intervenuta al Convegno per riportare la propria esperienza in Uganda con Africa Mission. Ha preso poi la parola mons. Sigalini che attraverso alcuni passi dell’Evangelii Gaudium, ha affrontato il tema dell’ “Annunciare”, di come portare la parola di Dio al di fuori, con un’attenzione particolare ai giovani.

«Annunciare significa andare al cuore dell’esperienza di fede – spiega mons. Sigaliniche significa essere testimoni dell’amore di Dio, senza dover dire “fai” o “non fai”. Annunciare significa uscire, andare in missione, è questo che siamo chiamati a fare come cristiani e voi come Movimento. Per educare bisogna incontrare chi soffre nella carne, la carità non è solo un impegno accanto alla fede, ma un fattore costitutivo della Chiesa stessa. Quello che voi fate è un merito perché con l’esempio di don Vittorio cercate di dare dignità al popolo karimojong.»

Anche Ruspantini ha sottolineato l’importanza del Convegno come: «Un momento di vera condivisione tra tutti i volontari e sostenitori che in questa occasione, direi unica, hanno la possibilità di incontrarsi e di riflettere sul percorso e sulla scelta di servizio fatta. Oggi più che mai, in una società sempre più individualista, il nostro essere Moviemento, comunità, famiglia diventa la sfida principale».

Dopo gli interventi della mattinata, i partecipanti hanno lavorato divisi in gruppi per confrontarsi sulle riflessioni nate dal tema proposto al Convegno. Dopo il pranzo l’assemblea si è riunita per la restituzione dei lavori di gruppo, è seguita una visita alla chiesa di San Damiano ad Assisi. La giornata si è conclusa con la fiaccolata in Santa Maria degli Angeli.

I lavori della domenica si sono aperti con le testimonianze e le emozioni dei giovani che hanno vissuto l’esperienza del Vieni e Vedi durante l’estate scorsa, un progetto che Africa Mission propone ai giovani che vogliono conoscere l’Uganda e il Karamoja, non come semplici turisti, ma come testimoni, mettendosi al servizio e condividendo il viaggio con la comunità.

A concludere la tre giorni i presidenti del Movimento, don Maurizio Noberini e Carlo Antonello che hanno sottolineato l’importanza della fede: «Non basta andare in Africa, il messaggio di speranza, la nostra scelta di fede deve essere testimonianta ogni giorno della nostra vita».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.