PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Siamo orfani”, via i soldi a una 14enne spaventata. Bloccati sul Corso

“Siamo orfani”, via i soldi a una 14enne spaventata, bloccati dai carabinieri della stazione di Piacenza Principale in corso Vittorio Emanuele.

L’episodio, avvenuto nella tarda mattinata del 14 settembre, si è concluso con una doppia denuncia nei confronti di altrettanti soggetti italiani, entrambi pregiudicati per truffa e in arrivo da Torino.

La ragazzina verso le 13,30 stava passeggiando con alcune amiche in via XX Settembre, quando è stata avvicinata dai due giovani, di 25 e 24 anni, che hanno detto di essere orfani dei genitori e di aver bisogno di denaro.

Il maggiore dei due le ha chiesto con insistenza di fare un’offerta, intimorendola a tal punto da convincerla a cedergli i 25 euro in contanti che aveva nel portafoglio, in cambio di un braccialettino portafortuna.

Una volta arrivata a casa ha raccontato l’accaduto alla madre, che si è subito rivolta al 112. I militari si sono quindi messi immediatamente sulle tracce dei ragazzi, intercettati poco dopo sul Corso.

Dagli accertamenti è emerso che non solo i due non erano orfani, ma avevano anche alle spalle precedenti di polizia specifici per questa tipo di raggiro. Gli operatori hanno poi proceduto con la perquisizione, trovando 88 euro nelle tasche del 25enne e 145 euro in quelle del “complice”. Soldi che sono stati sequestrati, in quanto considerati frutto dell’attività illecita.

Probabilmente la 14enne non è stata l’unica a Piacenza a subire le loro richieste, e i carabinieri invitano chiunque sia stato vittima della truffa a rivolgersi al comando di viale Beverora.

I due torinesi devono rispondere di una denuncia per truffa aggravata.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.