PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Quasi 700 imprese bio nel Piacentino, frutta in mostra a Bologna tra i “superfood della nonna”

Anche azzeruolo, corbezzolo e giuggiole dell’azienda piacentina “Campo dei frutti” sono finiti sotto i riflettori al “Sana” di Bologna, il salone internazionale del biologico e del naturale. Li espone Coldiretti nel suo spazio (Padiglione 21- Stand C/1), dove ha allestito la mostra dei “supercibi della nonna” che possono offrire una valida alternativa ai prodotti esotici, ma anche ai novel food, i cibi fatti in laboratorio che hanno appena ricevuto il via libera dell’Unione Europea e che potrebbero presto arrivare sugli scaffali dei supermercati.

Le giuggiole sono particolarmente utili per chi soffre di pressione alta o di malattie alle vie respiratorie ma anche per combattere l’insonnia, gli stati di ansia e le palpitazioni. Anche l’azzeruolo, albero simile al biancospino, possiede preziose proprietà medicinali, con i frutti che sono ottimi ricostituenti e tonici mentre i fiori sono indicati nella cura delle arteriosclerosi e contro l’ipertensione. Il corbezzolo, poi, è ricco di tannini – ricorda Coldiretti – dal noto effetto antiossidante, essenziale per combattere l’azione del tempo e i radicali liberi.

Rientrano quindi nella varietà di cibi messi in mostra da Coldiretti al Sana, al via venerdì 7 settembre, alla presenza anche di una delegazione piacentina, guidata dal direttore di Coldiretti Piacenza Giovanni Luigi Cremonesi e da Enrica Gobbi, responsabile di Agroambiente: “I superfood della nonna – ricorda Coldiretti – sono tornati sulle tavole degli italiani grazie all’impegno degli agricoltori che li hanno salvati dal rischio di estinzione e alla domanda dei consumatori per le sorprendenti proprietà salutistiche e nutrizionali”.

L’avvio del Sana è stata l’occasione per Coldiretti per rimarcare la costante crescita del settore biologico: l’Emilia Romagna è al primo posto in Italia per numero di aziende che fanno vendita diretta, mercati ed aziende e-commerce di prodotti bio. Sulla base delle ultime rilevazioni della Regione – dati aggiornati al 30 giugno scorso – sono 6.231 le imprese emiliano-romagnole attive nel settore del biologico, di cui appunto 5.043 agricole e le rimanenti 1.188 che si occupano di trasformazione e commercializzazione.

A Piacenza complessivamente se ne contano 693. La crescita della domanda – sottolinea la Coldiretti – ha spinto l’aumento delle produzioni con l’Italia che è leader europeo nel numero di imprese che coltivano biologico con 64.210 imprese su 1.795.650 ettari secondo l’ultima rilevazione disponibile. Si tratta – conclude la Coldiretti – della conferma della svolta dell’agricoltura italiana che – sottolinea la Coldiretti – è diventata la più green d’Europa con il maggior numero di certificazioni alimentari a livello comunitario con 294 prodotti a denominazione di origine Dop/Igp, 5056 prodotti agricoli tradizionali censiti dalle Regioni, la minor incidenza di prodotti agroalimentari con residui chimici fuori norma (0,6%) e la decisione di non coltivare organismi geneticamente modificati.

PROSSIMO EVENTO SUL TERRITORIO: COLDIRETTI FA TAPPA A BETTOLA – Coldiretti Piacenza tra i protagonisti anche quest’anno dell’Antica fiera di Bettola, in programma domenica 9 e lunedì 10 settembre. Alla manifestazione prenderanno parte infatti alcune aziende dei produttori di Campagna Amica.

Tra le iniziative previste l’esposizione dei vecchi trattori per la trebbiatura e il lunedì, la mostra bovina ed equina al Foro Boario. Sarà presente Enrica Corbellini, segretario di zona di Coldiretti Bettola e il vicepresidente di Coldiretti Piacenza Ugo Agnelli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.