PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Scappano dai carabinieri e li speronano, pattuglia si ribalta. Quattro in fuga

Più informazioni su

Inseguimento e speronamento a Gossolengo (Piacenza), pattuglia dei carabinieri si ribalta sul fianco e quattro uomini fuggono a piedi nei campi.

Il concitato episodio è avvenuto poco dopo la mezzanotte del 26 settembre lungo la strada provinciale numero 28 di e via Marconia.

Fortunatamente i militari della stazione Rivergaro a bordo della Subaru, speronata ripetutamente dalla Golf in fuga, non hanno riportato conseguenze nello scontro.

Subito dopo l’incidente i quattro hanno abbandonato la Golf, rimasta a sua volta danneggiata; la vettura è poi risultata essere stata rubata il 15 settembre scorso a Brescia. Ricerche a tappeto in tutta la zona.

I fatti – L’intervento dei carabinieri è scattato grazie alla pronta chiamata di un cittadino, che ha contattato il 112 per segnalare la presenza di una vettura sospetta, con a bordo almeno quattro persone, che si aggirava intorno alla sua abitazione.

La pattuglia di Rivergaro ha intercettato poco dopo il veicolo, ha eseguito una svolta e si è subito lanciato all’inseguimento della Golf, che ha accelerato la corsa.

Gli operatori sono riusciti a non perdere le loro tracce e ad affiancare l’auto in fuga, che ha risposto speronando più volte il Subaru dell’Arma.

Il mezzo ha quindi urtato con le ruote un marcapiano, finendo poi rovesciato su un fianco. Sul posto sono arrivati anche le pattuglie del Radiomobile di Bobbio e del Radiomobile di Piacenza, oltre agli operatori delle varie stazioni.

Sulla Golf, sottoposta a perquisizione, sono stati ritrovati anche due cacciaviti. Si pensa che possa trattarsi di una banda, intenzionata a compiere dei colpi in zona.

Oltre alle ricerche, sono ancora in corso anche accertamenti tecnici volti a raccogliere elementi. L’Arma ha voluto sottolineare nuovamente l’importanza della collaborazione dei cittadini, che anche in questo caso ha consentito di sventare probabili furti.

Il comandante Piras: “Assicureremo alla giustizia gli autori di questo gesto” – “Abbiamo attivato una serie di iniziative e rinforzi nella zona e cercheremo di assicurare quanto prima gli autori di questo gesto alla giustizia – ha spiegato il colonnello Michele Piras, comandante provinciale dell’Arma -; l’immediata presenza dei militari è un segnale di come il territorio sia costantemente vigilato, anche nelle ore notturne.

Grazie alla segnalazione del cittadino i tempi di intervento si restringono e infatti la pattuglia dei carabinieri ha rintracciato l’auto sospetta in pochi minuti”.

Il comandante ha precisato che fortunatamente i militari non hanno riportato lesioni e sono stati visitati sul posto dall’ambulanza del 118, ricordando il tragico inseguimento che costò la vita all’appuntato Luca Di Pietra, di cui ricorrerà il quarto anniversario sabato 29 settembre.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.