PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Scatta il censimento Istat, ma solo per 3800 famiglie “campione” in città

Più informazioni su

Da lunedì 1° ottobre parte a Piacenza il censimento permanente della popolazione e delle abitazioni, curato da Istat.

Per la prima volta, l’Istituto di statistica registrerà con cadenza annuale – anziché decennale – le principali caratteristiche della comunità dimorante sul territorio e le sue condizioni sociali ed economiche a livello nazionale, regionale e locale.

La nuova modalità di indagine, tuttavia, non coinvolgerà tutte le famiglie, ma un campione selezionato pari a circa un milione e 400 mila nuclei familiari ogni anno, residenti in 2.800 Comuni italiani.

Di questi, solo 1.100 municipalità, tra cui Piacenza, saranno interessate annualmente dalle rilevazioni, mentre le restanti parteciperanno una volta ogni 4 anni. In tal modo, entro il 2021 tutti i Comuni saranno stati oggetto, almeno una volta, delle operazioni censuarie.

Per il 2018, le famiglie piacentine coinvolte, selezionate direttamente da Istat e chiamate a rispondere a un apposito questionario, saranno circa 3.800.

Si procederà con due diverse tipologie di rilevazione, areale e da lista. La prima consiste in un rilievo territoriale, utile a verificare l’esistenza delle abitazioni, la correttezza dei numeri civici e dei nomi registrati sui campanelli.

A svolgere queste attività saranno i rilevatori incaricati ufficialmente dal Comune di Piacenza, ben riconoscibili per il loro tesserino con foto fornito da Istat e per il tablet utilizzato a supporto del loro lavoro: il periodo di rilevazione andrà dal 1° ottobre al 9 novembre 2018.

Per quanto riguarda la rilevazione da lista, le famiglie selezionate – che riceveranno una lettera informativa in merito – potranno compilare on line il questionario Istat dall’8 ottobre al 7 novembre 2018.

I nuclei che non avranno effettuato la compilazione via web nel suddetto periodo verranno contattati telefonicamente dagli operatori comunali, oppure riceveranno una visita a casa da parte dei rilevatori incaricati di raccogliere le risposte, nel periodo dall’8 novembre al 20 dicembre 2018.

L’Ufficio Statistica del Comune di Piacenza sta organizzando e coordinando a livello locale la rilevazione censuaria, supportato da quattro coordinatori e una quarantina di rilevatori.

Confidando nella collaborazione di tutti i cittadini, si rammenta che per quanto riguarda le operazioni di censimento, le famiglie sono tenute all’obbligo di risposta in base all’articolo 7 del d.Lgs. n.322/1989: ciò consiste nella compilazione e trasmissione, in modo completo e veritiero, dei questionari predisposti dall’Istat.

Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi all’Ufficio Statistica comunale telefonando allo 0523-492591/2495/2471 dal lunedi al venerdi dalle 8.30 alle 13, nonché nei pomeriggi di lunedì e giovedì dalle 15 alle ore 17.30.

Grazie all’uso integrato di rilevazioni statistiche campionarie e dati provenienti da fonti amministrative, il censimento permanente è in grado di restituire informazioni rappresentative dell’intera popolazione, pur contenendo i costi e l’impiego di tempo richiesto ai cittadini per la compilazione delle statistiche.

I dati raccolti saranno di utilità per i decisori pubblici (Stato, Regione, Provincia, Comune), le imprese, le associazioni di categoria, enti e organismi che le utilizzeranno per una programmazione ragionata e per la pianificazione di attività e progetti, per erogare servizi ai cittadini e monitorare gli effetti di politiche e interventi sul territorio.

A partire dall’anno 2021, con cadenza quinquennale, la popolazione legale sarà determinata con decreto del Presidente della Repubblica, sulla base dei risultati del censimento permanente della popolazione.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.