PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Turismo solidale in Siria, l’associazione Nicola Bombacci insieme a Solid Onlus

 Nota stampa

L’associazione culturale piacentina Nicola Bombacci e Sol.id Onlus insieme per un viaggio in Siria, contribuendo alla rinascita del Paese: chiunque è invitato.

Il turismo, infatti, rappresenta una risorsa fondamentale per ogni nazione. Ma cosa accade quando questa nazione viene sconvolta da una guerra? Cessato il fuoco la politica torna pian piano a garantire l’ordine, l’economia lentamente torna a crescere, gli edifici devastati vengono ricostruiti.

Ma il turismo? Nell’ottica di una persona quella nazione resta un teatro di guerra, pericoloso e da evitare, i monumenti spazzati via dalle bombe rendono meno attrattiva quella terra. Ma spesso questo è solo un preconcetto che non risponde alla realtà.

Un esempio. La Siria, nonostante le vicende degli ultimi anni, conserva ancora oggi un patrimonio inestimabile di arte, storia, archeologia. Città come Damasco sono tornate a vivere tra locali, pub e discoteche. In quest’ottica, visitare la Siria rappresenta non solo un’opportunità per il turista, ma anche un modo per risollevare il Paese. Ne è convinta la Onlus Sol.id che promuove a tal proposito il progetto “Turismo solidale”, avviato in collaborazione con il Ministero del turismo siriano.

Oggi, grazie agli sforzi delle autorità locali, gran parte del territorio nazionale è stato liberato dai gruppi fondamentalisti ed è finalmente possibile tornare a visitare alcune zone in assoluta sicurezza. Il primo viaggio si è svolto già durante la scorsa primavera: circa venti turisti sono partiti con Solid Onlus da Roma Fiumicino con destinazione Beirut e da lì hanno raggiunto e visitato le città siriane di Damasco, Homs, Palmira e Maalula.

A breve saranno annunciate le date del secondo viaggio, visto il grande successo dell’iniziativa e gli importantissimi risvolti positivi dal punto di vista della cooperazione. La gente ha salutato con grande calore ed affetto i primi turisti italiani tornati a visitare la loro terra e anche a livello simbolico si è trattato di un momento storico: il popolo italiano e il popolo siriano tornano finalmente a riconsolidare quella fratellanza mediterranea che li vede condividere molte comune radici.

L’associazione culturale “Nicola Bombacci” di Piacenza ha deciso di sposare questa mission e di fare da tramite tra Sol.id e i cittadini di Piacenza. Chiunque fosse interessato a partecipare a un viaggio o a saperne di più su questa iniziativa può contattare il numero 3314641875 oppure inviare una mail all’indirizzo nb.nicolino@gmail.com.

Visitare la Siria con Solid ha una doppia valenza: significa immergersi in millenni di storia che hanno prodotto un patrimonio storico, artistico, archeologico e culturale unico al mondo e contemporaneamente contribuire a ricostruire quella parte di questo grande patrimonio danneggiata dalla guerra. Solid investirà il ricavato nell’ampliamento dei propri progetti di supporto alla ricostruzione della Siria.

SOL.ID – Solidarité – Identités Onlus è un’associazione a vocazione umanitaria, il cui fine è l’assistenza ed il sostegno a quei popoli in lotta per la propria sopravvivenza, la salvaguardia della propria cultura e la difesa della loro identità. Da anni opera in numerose zone del mondo, portando i propri volontari direttamente sui luoghi in cui si rende necessario attivare la macchina della solidarietà internazionale.

Dal 2013 lavora in Siria a supporto del popolo siriano colpito dall’aggressione terroristica, attraverso sette missioni umanitarie i suoi volontari hanno portato nel Paese container di aiuti umanitari, finanziato progetti specifici in ambito sociale e culturale e stabilito contatti con la società civile siriana, con la quale da tempo è stata avviata una collaborazione finalizzata a riallacciare i rapporti tra il popolo siriano e il popolo italiano, costruendo ponti culturali e nuove occasioni di scambio.

E’ in questo contesto che si inserisce il nostro progetto denominato “Turismo solidale”, avviato da Solid in collaborazione con il Ministero del turismo siriano per favorire il ritorno dei primi turisti italiani in Siria dal 2011, anno in cui ebbe inizio la crisi siriana.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.