PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Maltempo nel Piacentino, black out per 200 utenze a Monticelli. Allerta alla diga Boschi previsioni foto video

Acqua torrenziale e temporali sul Piacentino, piante sulla strada e torrenti “sorvegliati”. Nelle foto e nel video la situazione del Po (sopra) e del Nure (sotto) nella mattinata di lunedì: il livello del grande fiume non desta preoccupazione ma si registra un progressivo innalzamento dell’acqua.

Po il 29 ottobre 2018

Come annunciato dalle previsioni, prosegue il maltempo su città e provincia, in allerta per la giornata di lunedì 29 ottobre.

La perturbazione ha già fatto scattare i primi interventi dei vigili del fuoco di Piacenza per piante cadute sulla strada, in particolare nella zona di Mucinasso e in via Caduti Rio Boffalora (nella foto). Numerose le telefonate che stanno raggiungendo la centralina del 115, per segnalare disagi provocati dalle piogge.

Una condizione che dovrebbe proseguire per tutta la giornata, con precipitazioni diffuse con possibilità di fenomeni temporaleschi organizzati, più probabili sui settori appenninici. Venti forti fino a burrasca da sud est sui settori appenninici, pianure occidentali e settore costieri. Valori stimati attorno a 70 km orari con raffiche anche oltre 90 km orari.

albero caduto

ALLERTA ALLA DIGA BOSCHI, BLACK OUT PER 200 UTENZE A MONTICELLI – Dopo gli incontri nelle giornate di sabato e domenica scorsi, anche nella mattinata di lunedì è continuato il monitoraggio delle criticità per il maltempo che sta interessando anche il territorio piacentino.

Il Centro Coordinamento Soccorsi coordinato dal Capo di Gabinetto della Prefettura, dott.ssa Savarese, si è riunito con i rappresentanti delle Forze di Polizia, del Comando provinciale dei Vigili del Fuoco, del Comune di Piacenza, dell’Agenzia regionale per la protezione civile, del Settore viabilità della Provincia, del Consorzio di Bonifica nonche di E-Distribuzione.

Le principali criticità registrate sul territorio – viene fatto sapere – sono riconducibili alla caduta di rami e alberi, prontamente rimossi dai Vigili del Fuoco, oltre che ad allagamenti localizzati dovuti alle copiose piogge per i quali sono intervenuti anche le Forze dell’Ordine.

I livelli dei bacini, nonchè idrometrici dei fiumi, salvo per il flume Arda a monte della Diga di Mignano, peraltro con invaso ancora molto capiente, “non hanno mostrato particolari allarmi” e, comunque, da informazioni note, risultano essere comunque “in discesa”.

Inoltre, per quanto riferito dal rappresentante di E-Distribuzione, vi è stato un distacco temporanco di circa 200 utenze, “già rientrato per la quasi totalità”, nel territorio del comune di Monticelli d’Ongina. Attivazione della preallerta per la diga di Boschi che rilascia oltre 100 mc/sec e la fase di allerta per rischio idraulico a valle.

NUOVA ALLERTA METEO DELLA PROTEZIONE CIVILE – La presenza di un sistema temporalesco “auto rigenerante” determinerà piogge di intensità elevata su tutto il settore occidentale della nostra regione, più accentuate sulle aree montane e pedemontane. Si confermano le previsioni di pioggia anche sul resto del territorio, con possibili fenomeni temporaleschi organizzati.

I venti saranno in prevalenza da sud-est, di burrasca forte sui settori appenninici, di burrasca sul resto del territorio (valori stimati di 70/80 km/h e raffiche di intensità superiore).

Le temperature sono previste in rapida flessione nel pomeriggio-sera. La tendenza è all’attenuazione dei fenomeni dal pomeriggio di martedì.

IL NURE A BETTOLA

Da questo quadro meteorologico, deriva la nuova Allerta – Numero 97, valida dalle 12 di lunedì 29 alle 24 di martedì 30 ottobre -, emanata dall’Agenzia regionale per la Sicurezza territoriale e la Protezione civile, sulla base dei dati previsionali del Centro funzionale Arpae E-R. Nel dettaglio:

L’Agenzia per la Sicurezza territoriale e la Protezione civile, in stretto raccordo con Arpae E-R, seguirà l’evoluzione della situazione; si consiglia di consultare l’Allerta e gli scenari di riferimento sulla piattaforma web: https://allertameteo.regione.emilia-romagna.it.

L’Agenzia è in costante rapporto con i Comuni, che devono attivare tutto ciò che è previsto nei rispettivi Piani Comunali di Protezione civile, dandone adeguata informazione alla cittadinanza.

Le precipitazioni delle ultime ore sono particolarmente intense e, come viene registrato dagli idrometri di Arpae, un’onda di piena del Trebbia ha raggiunto la pianura nella mattinata di domenica.

L’ondata di perturbazioni dovrebbe esaurirsi martedì.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.