PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Banca Centropadana sostiene la Fondazione Teatri, con La Traviata e due recital di Leo Nucci

Banca Centro Padana – Credito Cooperativo sostiene la Fondazione Teatri di Piacenza, contribuendo in modo concreto alla promozione della cultura, alla valorizzazione della musica e dei nuovi talenti.

L’istituto di credito, infatti, ha avviato una importante partnership che si tradurrà in un sostegno alla realizzazione de La Traviata, progetto Opera Laboratorio 2018 dedicato alla formazione dei giovani talenti. Il classico verdiano, con la regia di Leo Nucci, aprirà la stagione della lirica al Municipale di Piacenza, il prossimo 21 dicembre.

La collaborazione di Centropadana si tradurrà poi in due recital, sabato 13 ottobre e sabato 5 gennaio, dedicati ai soci dell’istituto di credito, che vedranno come protagonista assoluto Leo Nucci. Il baritono sarà accompagnato dall’Italian Opera Ensemble, fondato insieme al maestro Paolo Marcarini.

La collaborazione tra Centropadana e Fondazione Teatri è stata presentata ufficialmente a teatro, alla presenza dell’assessore Paolo Passoni, Assessore al Bilancio e Personale del Comune di Piacenza, Serafino Bassanetti, Presidente di Banca Centropadana, il Maestro Leo Nucci, il Maestro Paolo MarcariniCristina Ferrari, direttore artistico Fondazione Teatri di Piacenza, Vittoria Avanzi, direttore della Fondazione Teatri di Piacenza.

LA TRAVIATA – Dopo l’anteprima de I Pagliacci, la stagione lirica entrerà nel vivo con un grande classico, La Traviata. “Sarà una rappresentazione assolutamente fedele al libretto, come è l’indirizzo che il maestro Nucci ha sempre dato in questi anni, ma con una lettura contemporanea – spiega Cristina Ferrari -. Vedremo una Traviata elegante, una Traviata che farà vivere i personaggi e gli interpreti come ha voluto Verdi.- Perché questa è la vera tradizione, quella di essere assolutamente fedeli a quello che il compositore ha scritto. Questa è anche la lezione che Nucci, da grande interprete verdiano qual è e che noi abbiamo la fortuna di poter ospitare regolarmente, può dare ai giovani cantanti e può trasmettere al pubblico”.

“Ci aspetta quindi una grande inaugurazione e questa Traviata farà parlare, con grande interesse”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.