PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Blitz dei facchini Usb a Leroy Merlin: “Non ci facciamo sfruttare” foto

Blitz dei facchini del sindacato autonomo Usb Logistica davanti al punto vendita Leroy Merlin della Galleana.

Dopo le manifestazioni davanti allo stabilimento di Castelsangiovanni, la protesta si è spostata a Piacenza per sensibilizzare anche i clienti dell’azienda francese.

In gioco ci sono i posti di lavoro di 120 facchini a tempo determinato, a cui l’impresa che ha in subappalto il servizio non vuole rinnovare il contratto.

“L’azienda tende a diminuire il numero di persone impiegate – spiega Roberto Montanari di Usb Piacenza – per sfruttare di più quelli assunti, i 297 lavoratori a tempo indeterminato. Questo nonostante le performance di mercato di Leroy Merlin sia di tutto rispetto con incrementi del 20 %.

Il lavoro c’è e aumenta, ma bisogna sfruttare di più le persone. Ai 120 a tempo determinato è stato proposto un accordo per noi inaccettabile: in cambio di pochi soldi, si chiede ai facchini rinunciare al lavoro in tutte le cooperative del consorzio che ha l’appalto”.

“Noi intendiamo rivendicare invece – ha chiarito Montanari – un percorso di assunzione a tempo indeterminato per gran parte di questi lavoratori, che hanno le condizioni contrattuali e il diritto di essere stabilizzati”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.