PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ciclismo, le Olimpiadi giovanili di Sofia Collinelli (VO2 Team Pink):”Esperienza indelebile”

E’ tempo di bilanci per Sofia Collinelli, “panterina” ravennate del sodalizio piacentino VO2 Team Pink reduce dalla suggestiva avventura in maglia azzurra ai Giochi Olimpici Giovanili (YOG) di Buenos Aires dove insieme ad altri tre atleti ha rappresentato l’Italia nella disciplina del ciclismo.

In particolare, la Collinelli (figlia d’arte, papà Andrea è stato campione olimpico ad Atlanta 1996 nell’Inseguimento individuale, oltre a essere ds della formazione Donne Juniores del VO2 Team Pink) ha corso insieme alla biker Giada Specia (Velociraptors) nelle cinque gare che componevano la Combinata femminile.

Alla riga del totale, per l’Italia “rosa” delle due ruote è arrivato un settimo posto finale, con cinque giornate dove spesso le maglie azzurre hanno campeggiato nella top ten.

L’avventura era iniziata sabato con la crono a coppie dove le due azzurre hanno chiuso al terzo posto, mentre domenica si era svolta la prova in linea, con la Collinelli sesta, mentre la Specia era caduta (senza gravi conseguenze) a 400 metri dal traguardo.

Lunedì amaro senza punti per l’Italia nella prima prova off road dell’Eliminator, mentre martedì erano giunti i due piazzamenti nello Short Circuit, con il nono posto della Collinelli e l’undicesimo della Specia. Infine, il Criterium, con Sofia ottava.

Per lei, un’Olimpiade giovanile di spessore con quattro top ten su cinque, mentre la Specia – oltre al terzo posto nella crono a coppie – è andata a punti solamente nello Short Circuit. La vittoria finale è andata alla Danimarca, sul gradino più alto di un podio femminile che contempla anche Austria – seconda – e Ungheria – terza.

“Sono onorata – afferma Sofia Collinelli al termine dell’esperienza in Argentina – di aver partecipato a una manifestazione importante come gli YOF e di aver indossato ancora una volta la maglia azzurra in un contesto del genere. L’atmosfera dei Giochi è suggestiva, è stata una bella esperienza che per il clima ricorderò sicuramente in maniera indelebile”.

“Per quanto riguarda l’andamento delle gare, è arrivato questo piazzamento al settimo posto e ci abbiamo provato fino alla fine. Resta un pizzico di rammarico per non aver centrato un risultato ancora migliore. Ci sono mancati un po’ i punti nelle prove off road; personalmente, ho dato il massimo e sono abbastanza soddisfatta di quello che sono riuscita a fare”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.