PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Dall’esordio al derby, Cornelli: “Convinta di poter dare un contributo alla squadra”

Più informazioni su

Talento, grinta, determinazione. Con un pizzico di frenesia che non può mancare alla sua età. Frecce all’arco del Busa Foodlab Gossolengo, caratteristiche che descrivono in pieno Sofia Cornelli, banda nata il 12 agosto 2001 e cresciuta pallavolisticamente tra Gossolengo e Rivergaro dove l’anno scorso ha centrato la salvezza in serie C e la final four regionale in under 18 regionale.

Un mix esplosivo che potrebbe essere innescato anche sabato alle 18 in occasione del derby con Pavidea Fiorenzuola. Cornelli ha firmato il suo esordio in categoria domenica scorsa sul campo dell’Iglina Albisola. Una partita che l’ha vista subentrare dalla panchina nel terzo parziale e sbloccare subito il suo score con tre punti in rapida successione.

«Quando una giocatrice si trova in panchina tutto ciò che riguarda le compagne in campo si riflette su di lei: anche le emozioni meno percettibili sono avvertite da parte di chi non è in campo – racconta la giovanissima banda del Busa Foodlab – Nel momento in cui si deve entrare occorre cercare di dare sicurezza alla squadra, di rendere positiva la situazione, facendo meno errori possibili. Credo di avere fatto il mio anche se il set non è finito come speravamo: ho visto molta: vedo grandi potenzialità che possano crescere e mostrarsi in campo. Avere carattere ed esprimere la propria personalità porta a vincere le partite».

Carattere e personalità serviranno senza dubbio sabato pomeriggio in una sfida mai banale. Né sul tabellone, né in campo. Fiorenzuola e Gossolengo hanno dato vita nella passata stagione a due grandi partite in una entusiasmante corsa all’ultimo slot per i playoff promozione.

Difficile parlare di obiettivi, impossibile fare pronostici con una sola giornata passata sottorete in una vigilia che Cornelli vive con il massimo carico di energie. Quelle energie che ha messo in campo già due stagioni fa durante un altro derby, quello con San Giorgio in serie C.

«Non ho mai vissuto le partite con la paura. Ci sono sfide in particolare in cui ho ancora più voglia di “spaccare”. Sabato è una partita importante come lo saranno tutte: spero e sono convinta di poter dare un contributo alla squadra. Provo una agitazione legata alla voglia di fare le cose fatte bene: l’adrenalina ti fa vincere le partite, non ti fa mollare mai e ti fa volare su tutti i palloni».

Nicolò Premoli

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.